La Giornata del sollievo celebrata nel ricordo di Madre Teresa di Calcutta

Italia Mondo generiche

Ogni ultima domenica di maggio dal 2001 si celebra in Italia la Giornata nazionale del Sollievo per la promozione delle cure palliative e, in particolare, della terapia del dolore, promossa dal Ministero della Salute e Politiche sociali, dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dalla Fondazione Gigi Ghirotti.

Anche quest’anno la 3SG-Camelot accoglie l’invito di Regione Lombardia a celebrare la Giornata del Sollievo con uno spettacolo benefico che si terrà sabato 25 maggio alle ore 21,00 al Teatro del Popolo di Gallarate.
Si tratta del Musical “La grande anima dell’India”, ispirato alla vita di Santa Madre Teresa di Calcutta e presentato dalla compagnia “Anime Semplici”.

Scopo della manifestazione organizzata da 3SG è informare e sensibilizzare i cittadini e gli operatori sanitari sull’importanza di promuovere la “cultura del sollievo” ed estendere la consapevolezza che il sollievo dalla sofferenza non è solo desiderabile ma anche possibile.  In questa giornata, infatti, si afferma la centralità della persona malata e il suo diritto ad essere informata su quanto si può fare per controllare il dolore e la sofferenza attraverso le terapie più avanzate, ricordando infine che, anche quando non è più possibile curare e guarire la malattia, c’è ancora molto da fare per prendersi cura della persona nella sua interezza ponendo attenzione a tutti bisogni, psichici, fisici, sociali e spirituali, in modo di creare la migliore qualità di vita per lui e per la sua famiglia.

L’Hospice Altachiara, Centro per Cure Palliative, è la prima struttura Residenziale nata in provincia di Varese, dal 2005 Altachiara infatti accoglie le persone che si trovano in una fase avanzata e progressiva di una malattia allo stadio terminale e che qui ricevono le cure palliative, insieme ad un’assistenza altamente qualificata e calata sui bisogni della persona.
La struttura infatti dispone di 16 posti letto accreditati con Regione Lombardia di cui 12 contrattualizzati, per i quali i ricoveri sono completamente a carico del Sistema Sanitario Regionale.
Coerentemente con i dettami dell’OMS, l’Hospice Altachiara fornisce “l’insieme di quei trattamenti terapeutici e assistenziali finalizzati alla cura attiva e totale dei pazienti, la cui malattia di base non risponde più ai trattamenti specifici, applicati con il preciso scopo di alleviare le molteplici forme di sofferenza ed offrire, ai pazienti e alle loro famiglie, il più alto livello di qualità e dignità della vita.”

Lo scopo delle cure palliative è infatti il raggiungimento della miglior qualità di vita possibile per i pazienti, attraverso il controllo del dolore e di altri sintomi, la gestione degli aspetti psicologici, sociali e spirituali, con un’assistenza altamente qualificata e personalizzata che si prende cura non solo della persona malata ma anche della sua famiglia.
L’Hospice è infatti il luogo dove si vive con dignità, dove si viene riconosciuti come persone uniche e irripetibili e si viene aiutati a vivere gestendo tutti i sintomi che si riscontrano nelle patologie giunte allo stadio terminale.
Lo staff è multidisciplinare: l’attività sanitaria di medici palliativisti, infermieri, fisioterapisti, operatori socio sanitari si integra con l’importante lavoro di supporto e sostegno di psicologo e assistente sociale, senza dimenticare il fondamentale contributo dei volontari del progetto La Biga della Croce Rossa di Gallarate e l’assistenza spirituale garantita sia in forma laica che religiosa.

In questi 14 anni Altachiara ha accolto 2477 persone in condizione di terminalità garantendo il più alto livello possibile di qualità e dignità della vita. Solo nel 2018 l’Hospice ha prestato assistenza a 182 persone con un periodo medio di degenza di circa 20 giorni. I pazienti accolti sono affetti prevalentemente da patologie di natura oncologica alla fase terminale e la fascia d’età maggiormente presente è quella dai 70 agli 80 anni, anche se purtroppo si registrano anche ricoveri di persone non anziane.

«3SG vuole celebrare la Giornata Nazionale del Sollievo» ricorda il presidente Giacomo Peroni «non solo in forza della preziosa attività dell’Hospice Altachiara, ma anche in virtu’ dell’attenzione da sempre riposta per la qualità della vita delle persone anziane accolte nella RSA, per le quali la gestione del dolore cronico diviene parte integrante e strutturale dei percorsi assistenziali.”

Lo spettacolo è aperto al pubblico e tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore