Il ministro Bussetti in visita alle scuole: “Moderazione nei compiti per l’estate”

Alunni, sindaci e dirigenti scolastici hanno accolto il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti alla scuola secondaria di Jerago con Orago

bussetti jerago

Alunni, sindaci e dirigenti scolastici hanno accolto il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti alla scuola secondaria di Jerago con Orago.

Una visita istituzionale, ma anche emozionale per il ministro varesino che proprio a Jerago ha insegnato. Ad aprire la visita sono stati i discorsi dei dirigenti scolastici e dei sindaci di Albizzate Mirko Zorzo e di Jerago con Orago Emilio Aliverti.

L’evento  è stato animato dallo spettacolo musicale degli alunni dei tre plessi scolastici di Albizzate, Jerago con Orago e Cavaria con Premezzo.

bussetti jerago

Nel salutare gli alunni e il corpo docenti il ministro Bussetti ha raccomandato “moderazione” nel dare i compiti per le vacanze in vista della fine dell’anno scolastico.

La visita del ministro Bussetti è stata frutto di un invito personale del vicepreside, professor Silvano Scaltritti: negli anni ’80 il Professor Scaltritti e il Ministro sono stati infatti colleghi nella scuola Nuccia Casula di Jerago, la scuola secondaria di primo grado dove è entrato in ruolo nel 1987 come docente di educazione fisica (ricordato ancora oggi dai suoi ex-studenti per le frequentissime partitelle di basket).

Generico 2018

Il Ministro quindi è tornato a visitare la scuola dopo tanti anni e a ritrovare con emozione i suoi vecchi colleghi, che ha ringraziato per l’accoglienza ricevuta.

Il professor Scaltritti ringrazia tutti gli alunni per la composta e attenta partecipazione e tutti i colleghi per aver collaborato alla buona riuscita dell’iniziativa.

Significativo il contributo e la testimonianza di tre alunni che hanno enfatizzato gli aspetti positivi della scuola Nuccia Casula.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore