Parcheggi per disabili, a Malnate la colonnina che combatte gli irregolari

Si chiama Thim - Parking controller System e sarà attiva tra pochi giorni in via Marconi

colonnine parcheggio disabili

Il problema del parcheggio per i disabili è spesso messo in evidenza per colpa di chi non rispetta le regole e sottrae un posto solo per comodità o per pigrizia, compiendo però un illecito.

A Malnate è arrivata la soluzione: si chiama “Thim – Parking Controller System” ed è un dispositivo che, attraverso un sensore di prossimità ed un lettore ottico, permette di verificare la presenza di un veicolo in un parcheggio riservato a persone disabili e se l’occupazione è avvenuta in maniera legittima o irregolare.

Nei prossimi giorni sarà già attivo in via Marconi questa proposta,  avanzata dalla Società Soluzioni 360 srl in collaborazione con AILA Onlus (Associazione Italiana Lotta Abusi), approvata e sottoscritta dall’Amministrazione Comunale.

Sulla proposta, Ada Orsatti, precisa: «La nostra Associazione ha promosso tale iniziativa al fine di sensibilizzare la popolazione ad un utilizzo corretto e rispettoso di tali parcheggi, nonché di fornire uno strumento alla Polizia Locale per reprimere le condotte irregolari».

Mirko Novello, legale rappresentante della società proponente e cittadino malnatese: «L’idea è nata parlando con gli operatori della Polizia Locale. Il problema dei parcheggi abusivi è purtroppo generalizzato, pertanto abbiamo pensato di sviluppare questo sistema per fornire agli agenti uno strumento “intelligente” di segnalazione».

«La banca dati – prosegue il Comandante della Polizia Locale Stefano Lanna – è completamente gestita da nostri operatori pertanto non ci sono problemi relativi al trattamento degli stessi. Le colonnine, dopo aver rilevato l’occupazione del parcheggio, allo scadere di un termine predefinito dove la persona/accompagnatore deve far permettere la lettura dell’etichetta RFID contenuta nel permesso, segnalano con luce rossa l’occupazione abusiva inviando contestualmente un messaggio sms alla pattuglia. Inoltre il dispositivo permette di segnalarci la presenza di auto con tagliando contraffatto, scaduto o intestato a persone decedute dandoci la possibilità di reprimere tali comportamenti».

colonnine parcheggio disabili

Sul tema, l’Assessore Giorgio Fortis prosegue: «Purtroppo non è facile scovare coloro che utilizzano impropriamente i contrassegni scaduti o intestati a persone decedute, anche perché i dati sono contenuti sul lato coperto. Questo sistema permette di segnalare tali situazioni e reprimerle. Abbiamo accolto subito la proposta della società Soluzioni360 ed AILA Orsatti dando mandato al Comandante di svilupparla. Il progetto prevede l’installazione di una colonnina in via Marconi per il monitoraggio di due nuovi posteggi che verranno realizzati dal Comando di Polizia Locale su richiesta della cittadinanza. La società proponente si assume tutti gli oneri economici per il collegamento della colonnina alla rete elettrica mentre AILA Orsatti, oltre che a contribuire nella fornitura di etichette RFID, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale promuoverà azioni concrete per la sensibilizzazione al rispetto delle regole e delle disabilità».

La conclusione spetta ad Ada Orsatti: «Abbiamo già in cantiere con il Comandante Lanna alcune attività da promuovere dopo l’estate. Sono molto contenta che Amministrazioni locali s’impegnino a migliorare le condizioni di mobilità di utenti deboli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore