Quindici anni per la “Madonnina degli Abissi”, messa alla Grotta del Remeron

La partecipazione a tutte le escursioni, compresa la Santa Messa è su prenotazione. L'appuntamento è per domenica 26 maggio (successivamente per il 2 giugno)

grotta del remeron

Proseguono domenica 26 maggio e domenica 2 giugno le aperture della Grotta Remeron di Comerio. Una delle novità, rispetto agli scorsi anni, è costituita dalla modifica della data della tradizionale Santa Messa a quota -40 che, nel 2019, non sarà celebrata nella mattina di ferragosto, ma domenica 26 maggio alle ore 15.00, a conclusione del mese mariano e a 15 anni dal riposizionamento nella cavità della “Madonnina degli Abissi”. Si tratta di una statua della Madonna di Lourdes donata nel 1935 da Donna Gina Orrigoni, moglie di quel Luigi Orrigoni che, 35 anni prima, in compagnia dell’eclettico Luigi Vittorio Bertarelli, di Don Giacomo Pensotti e di Don Luigi Tadini, si avventurò a più riprese nella grotta, raggiungendo la profondità di -168 metri dall’odierno ingresso turistico.

La giornata prevede due escursioni mattutine, alle 9.30 e alle 10.00 e quella delle 13.30 dedicata alla Santa Messa, tutte con partenza dalla Colonia Rossi di Barasso in via al Piano 8.

La partecipazione a tutte le escursioni, compresa la Santa Messa, per motivi di sicurezza, è vincolata alla prenotazione da effettuare sul sito internet https://www.grottaremeron.net/biglietteria/ordinarie/

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore