Stop alle bottiglie di plastica nelle scuole. Consegnate le borracce in alluminio

L'amministrazione comunale e Legambiente hanno consegnati agli studenti dell'Istituto Comprensivo centinaia di contenitori in alluminio: "Basta sprecare plastica. L'acqua della città è buona, bevetela"

Consegnate agli alunni di tutte le scuole elementari e medie della città le borracce in alluminio . L’amministrazione comunale, in accordo con l’istituto Comprensivo Galilei e con Legambiente, ha attuato il progetto per suggerire agli studenti di smettere di utilizzare le bottiglie di plastica portate da casa. «Basta usare la borraccia in alluminio – ha spiegato il vicesindaco Claudio Ceriani ai ragazzi – perché l’acqua del rubinetto di Tradate è buona, facciamo le analisi tutte le settimane».

Galleria fotografica

Consegnate le borracce in alluminio nelle scuole 4 di 11

L’amministrazione e Legambiente, accompagnati dal dirigente scolastico Paola Tadiello, hanno quindi consegnato le borracce in alluminio, di colore verde, rosso e azzurro, a tutti gli studenti della scuola media delle scuole elementari Dante, Battisti e Rosmini (in totale circa 1.300 studenti). Sono stati accolti da una canzone che i bambini delle elementari avevano appositamente preparato in coro. «In questi giorni Legambiente sta ripulendo tante spiagge con l’aiuto di tantissime scuole – ha spiegato ai ragazzi Antonella di Legambiente -. Sono stati raccolti 11 rifiuti per metro lineare e questo fa emergere quanto sia grave tale situazione. Per questo sosteniamo l’iniziativa delle borracce in alluminio distribuite dall’amministrazione comunale di Tradate».

«Potrei dirvi tante cose ma quella più importante è che l’acqua di Tradate, come avete cantato anche voi nella canzone, è buona e certificata – ha proseguito Ceriani -. Si può tranquillamente bere dai rubinetti di casa. Abbiamo pensato di regalarvi queste borracce per evitare di usare le bottiglie di plastica a scuola. L’ambiente lo tuteliamo ogni giorno con piccoli gesti che ognuno di noi può fare». Della stessa opinione anche l’assessore Vito Pipolo: «La domanda è cosa possiamo fare noi contro i danni che sta facendo la plastica. Partiamo con questa borraccia, un piccolo segnale che vogliamo iniziare a dare per l’ambiente». Presente anche il rappresentante del consiglio d’istituto, Vito Nigro: «Questo è l’impegno degli adulti che vogliono dimostrare l’attenzione all’ambiente, insegnando a voi qualcosa. Dovete portare a casa il messaggio di rendere il mondo un posto migliore».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Consegnate le borracce in alluminio nelle scuole 4 di 11

Video

Stop alle bottiglie di plastica nelle scuole. Consegnate le borracce in alluminio 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Livio Penta

    Certo che la grandissima presa in giro continua, qualche anno fà erano le bottiglie di vetro pericolose per la loro fragilità e altri tipi di contenitori antigenici, e ci hanno “costretti” a passare all’usa e getta. Adesso si inquina troppo e si torna ai contenitori Anti igenici? Ma qualcuno capace di pianificare per un tempo che va oltre alla lunghezza del proprio naso? ( anche se con tutte le ca…te che sparano in confronto a questi illuminati pinocchio è un vero dilettante

Segnala Errore