Un pellegrinaggio notturno per dire “Cristo è vivo”

Ventiseiesima edizione del pellegrinaggio a piedi da Limbiate a Saronno, che parte alle 4 di mattina di sabato 25 maggio dalla grotta della Madonna di Lourdes a Limbiate (ritrovo alle 3.30)

Generico 2018

Un pellegrinaggio notturno per dire “Cristo è vivo”.

È questo il titolo della ventiseiesima edizione del pellegrinaggio a piedi da Limbiate a Saronno, che parte alle 4 di mattina di sabato 25 maggio dalla grotta della Madonna di Lourdes a Limbiate (ritrovo alle 3.30).

Si tratta di un gesto di fede popolare a cui partecipano ogni anno centinaia di persone: «Sono uomini, donne e ragazzi di tutte le età che, nelle prime ore del giorno, percorrono a piedi il tratto di strada che separa la Grotta della Beata Vergine di Lourdes di Limbiate al Santuario della Beata Vergine dei Miracoli di Saronno», si legge nelle note presenti sul sito ufficiale della manifestazione.

Il pellegrinaggio si svolge da oltre venticinque anni nell’ultimo sabato del mese di maggio ed ha avuto inizio dal desiderio di una persona di chiedere alla Madonna la guarigione per un proprio caro; in questi ultimi anni partecipano al cammino circa un migliaio di persone provenienti da diversi paesi.

Il percorso

Il pellegrinaggio ha inizio, ben prima che sorga l’alba, dalla Grotta della Beata Vergine di Lourdes in via Fratelli Cairoli di Limbiate da dove ci si incammina verso il Santuario della Beata Vergine dei Miracoli di Saronno.

Il percorso, lungo una decina di chilometri, è scandito da preghiere, canti, letture, momenti di testimonianza e si svolge attraversando alcuni centri urbani e aree rurali tra le province di Monza-Brianza e Varese (tra i comuni di Limbiate, Solaro, Saronno)

La prima sosta avviene presso la chiesa parrocchiale della Madonna del Carmine nel Comune di Solaro in località Villaggio Brollo. Qui, normalmente, diversi pellegrini si aggiungono al pellegrinaggio.

Si riparte attraversando le brughiere del Parco delle Groane costeggiando l’abitato di Solaro per arrivare in località Cascina Emanuela. Dopo una breve preghiera nella piccola chiesetta del luogo, il corteo dei pellegrini si concede una breve sosta e, come da simpatica tradizione, le famiglie che risiedono nel complesso della cascina offrono ai pellegrini un semplice ristoro.

Il cammino riprende entrando nel territorio del comune di Saronno costeggiando la Stazione TRENORD di Saronno Sud e attraversando la SS 527 Saronno-Monza all’altezza di via Piave. Ci si addentra tra i primi quartieri di Saronno proseguendo lungo via Piave e via Roma fino ad arrivare in piazza Libertà dove i pellegrini si radunano per l’ultima sosta nella chiesa prepositurale dei SS Pietro e Paolo.

L’ultimo tratto del percorso dei pellegrini avviene percorrendo il centro storico di Saronno (corso Italia, via Diaz, via Santuario) arrivando attorno alle 8 del mattino al Santuario della Beata Vergine dei Miracoli dove viene celebrata la Santa Messa.

Al termine della Celebrazione i pellegrini fanno rientro a Limbiate con mezzi propri o utilizzando i bus navetta messi a disposizione dal comitato organizzatore del pellegrinaggio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore