Zorzo critica la gestione rifiuti, dura reazione dal consorzio Coinger

Il sindaco di Albizzate aveva parlato ad un comizio elettorale a Cavaria: "Dopo le elezioni cambierà la maggioranza e gli obiettivi". Dal consorzio: "solo parole superficiali e verità distorte"

mirko zorzo

Le parole che il sindaco di Albizzate Mirko Zorzo ha detto sulla gestione dei rifiuti durante un comizio elettorale a Cavaria con Premezzo hanno sollevato una durissima reazione da parte degli organi di controllo di Coinger, il consorzio intercomunale che si occupa della raccolta in 25 comuni del Varesotto.

In un comunicato congiunto firmato dal presidente dell’assemblea dei soci Giorgio Ginelli e dal comitato per il controllo analogo nelle persone del sindaco di casale Litta Graziano Maffioli, di Azzate Gianmario Bernasconi, dell’assessore di Morazzone Valter Ghiringhelli, di Solbiate Arno Gennaro Palumbo e di Sumirago Mario Vavassori, hanno espresso la loro disapprovazione per quanto detto da Zorzo durante un comizio elettorale a Cavaria con Premezzo.

L’oggetto del contendere, ancora una volta, è il progetto sulla tariffa puntuale che il consorzio sta portando avanti nei comuni. «Una bella idea sulla carta – ha detto Zorzo – che però continua ad essere rimandata e grava già sulle tasche dei cittadini penalizzando i comuni virtuosi».

L’obiettivo dichiarato dal consorzio e dall’assemblea dei sindaci è quello di arrivare ad una tariffazione del servizio rifiuti modulata sulla base dei rifiuti effettivamente prodotti da ciascun nucleo famigliare. Il progetto, tuttavia, comporta una serie di investimenti rilevanti e a più riprese è stato rimandato fino all’ultima assemblea dei soci dove, però, ha ricevuto un nuovo via libera: 14 comuni si sono detti favorevoli all’avvio del progetto, 5 si sono astenuti e 4 si sono detti contrari. Tra questi c’è proprio Albizzate.

«I miei cittadini hanno già visto un aumento significativo della tariffa – ribadisce Mirko Zorzo – per questo dico che, a parole, questo progetto ci può stare ma nei fatti sta portando un costo più gravoso per le tasche dei cittadini e toglierà ulteriore autonomia ai sindaci per la gestione dei servizi primari che vengono sempre più delegati a questi carrozzoni provinciali. E per alcuni ne abbiamo già visto le conseguenze. Io dico che Coinger fa già un servizio puntuale e dunque che si vada avanti così come sono le cose oggi».

Ad una settimana di distanza, dopo che è stato diffuso via Youtube l’intervento del sindaco, dagli organi dei comuni di Coinger è arrivata una ferma risposta: «fa parte del confronto democratico sempre accettato da Coinger discutere le scelte della società ma si ritiene non onesto intellettualmente introdurre elementi superficiali o volutamente distorti per sottolineare una manifesta contrarietà al progetto di Coinger».

Ad attirare le critiche maggiori dei sindaci e degli esponenti dei comuni è stata una frase in particolare di Zorzo, quando ha detto: «dopo le elezioni del 26 maggio vedremo l’esito delle elezioni e all’interno del Conger vedremo se saranno nate nuove maggioranze per rimettere mano al progetto per rivedere gli obiettivi e rifare i calcoli».

Su questo punto la risposta degli organi di controllo del consorzio è netta: «apprendiamo con stupore, che un sindaco che ritiene autoreferenzialmente di essere il solo dalla parte dei cittadini, consideri l’Assemblea dei Soci luogo per “boicottaggi” o manovre per fantasiosi cambi di maggioranza e non conosca le regole societarie contenute nello Statuto in vigore. L’assemblea si adopera per orientare la Società al raggiungimento di obiettivi virtuosi in tema di politica ambientale e finanza pubblica nell’esclusivo interesse dei 25 comuni e degli oltre 100000 cittadini che costituiscono il bacino Coinger Srl. Riteniamo doveroso un richiamo ad un maggior approfondimento dei dati del progetto Tarip e di bilancio e ribadiamo la disponibilità ad un confronto da tenersi nella sede opportuna per rispetto dei 24 Comuni che con Albizzate formano la compagine societaria di Coinger Srl, evitando polemiche sterili strumentali a qualsivoglia campagna elettorale».

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore