“Diversamente uguali” al Fratello Sole per sensibilizzare all’inclusione sociale

Nuova Busto Musica in collaborazione con diverse realtà sociali propone uno spettacolo di sensibilizzazione all’inclusione sociale di persone diversamente abili

Musica Classica

Martedì 18 giugno, alle ore 21:00, presso il Cinema Teatro Fratello Sole di Busto Arsizio (via Massimo d’Azeglio), si terrà lo spettacolo “Diversamente uguali”.

Si tratta di uno spettacolo di musica, teatro e movimento organizzato dall’associazione di promozione sociale “Amici della Nuova Busto Musica”, in collaborazione con la cooperativa sociale “Energicamente”.

L’evento è nato dalla collaborazione pluriennale con la Onlus “Solidarietà famigliare” (Centro diurno per disabili) e la comunità socio-sanitaria di Castellanza, con l’intento di promuovere il valore sociale dell’inclusione.
Saranno infatti i protagonisti della serata, gli ospiti di Solidarietà famigliare che si esibiranno in attività teatrali, musicali e di movimento a chiusura del percorso educativo annuale.

Il percorso è stato co-organizzato e seguito dall’art-director Ornella Gobbi, della Nuova Busto Musica, con il prezioso supporto in partenariato del personale della cooperativa sociale Energicamente ed il contributo della Onlus “Fondazione comunitaria del Varesotto”. Questa collaborazione ha offerto la possibilità a molti ospiti del centro di cimentarsi in attività artistiche e di movimento al fine di offrire un’ulteriore possibilità volta all’inclusione socio-educativa dei soggetti in condizione di diversa abilità.

I ragazzi canteranno, accompagnati dal vivo da una band di musicisti professionisti, suoneranno piccoli strumenti a percussione e reciteranno insieme ad un attore: «Amici della Nuova Busto Musica, avendo vinto come associazione il bando, proposto da Fondazione comunitaria del Varesotto, per l’inclusione sociale di soggetti diversamente abili, ha potuto creare questo evento, in cui i ragazzi del centro, un attore e 5 musicisti, insieme sul palco, danno vita, divertendo e divertendosi, ad uno spettacolo avvincente. – spiega l’esperta di musica e collaboratrice del centro disabili, Ornella Gobbi – Il viaggio del regista attraverso diverse nazioni, in cerca di ispirazione per un suo nuovo film, è il pretesto per proporre musiche e ritmi diversi».

di
Pubblicato il 17 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore