Da Fuck the cancer un assegno di 34.000 euro alla Fondazione Ascoli

Un successo e tanta generosità per l'evento organizzato a Comerio in ricordo di Erika Gibellini

consegna assegno fuck the cancer

Il cuore e la particolare sensibilità dei “ragazzi” del Fuck the Cancer verso i bambini meno fortunati e le loro famiglie, che lottano con la malattia, hanno perpetuato anche quest’anno il successo della manifestazione, nel ricordo di Erika Gibellini» ha commentato Marco Ascoli, presidente della Fondazione Giacomo Ascoli che, il 13 giugno ha ricevuto dalle mani di Massimiliano Gibellini, padre di Erika scomparsa nel 2016 dopo una lunga battaglia contro il cancro, l’assegno di 34.116,75 euro.  

La consegna dell’assegno è avvenuta presso il Circo Oz, a Bobbiate, Varese. L’importo rappresenta il ricavato della manifestazione Fuck the Cancer 2019, che nonostante il cattivo tempo si è svolta con successo, dal 24 al 26 maggio, nella meravigliosa cornice di Villa Tatti Talacchini a Comerio. 

100 volontari e quasi 2.000 presenze attirate dagli eventi anche musicali organizzati ad hoc, dal buon cibo, dagli intrattenimenti che hanno visto protagonisti associazioni, palestre e scuole di ballo di eccellenza, e dall’asta delle magliette autografate dai giocatori famosi, ma soprattutto dallo spirito di solidarietà che da sempre anima la manifestazione.

«Tutti abbiamo ammirato la dedizione, l’abnegazione e le capacità organizzative dei volontari – ha aggiunto Marco Ascoli – Fuck the Cancer e le altre installazioni, il gruppo degli alpini di Brinzio, le volontarie ed i volontari della Fondazione e gli altri amici, hanno accolto con entusiasmo un gran numero di persone che hanno consentito di ottenere un risultato oltre ogni aspettativa. Per la Fondazione Giacomo Ascoli, che si prende cura dei bambini affetti da patologie onco-ematologiche e delle loro famiglie, presso il Day Center al 5° piano dell’Ospedale del Ponte di Varese, Fuck the Cancer è una marcia in più per il completamento della struttura dipartimentale di onco-ematologia pediatrica mediante la realizzazione di camere protette per la degenza dei “nostri” bambini. Grazie di cuore a tutti».

Le somme ricavate nelle tre edizioni precedenti sono state accantonate in un fondo a bilancio della Fondazione Giacomo Ascoli Onlus, denominato “Erika Gibellini-Fuck the Cancer”. Con questo ultimo importo, il fondo raggiunge 158.000 euro che saranno investiti nella realizzazione di un reparto di degenza onco-ematologico pediatrico, presso l’Ospedale del Ponte di Varese, i cui lavori inizieranno nei prossimi mesi.  

«Il brutto tempo non ci ha fermato – ha dichiarato Massimiliano Gibellini, da tutti chiamato Papà Gibe – Abbiamo ottenuto un ottimo risultato e per questo ringrazio i volontari e le persone che hanno partecipato. Sono rimasto colpito perché gente comune ha offerto il suo aiuto e la sua disponibilità per il prossimo anno. Ancora una volta Erika ha fatto il miracolo!».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore