Gli operai Whirlpool ricordano il collega Luigi, si era trasferito da Napoli per lavorare

L'assemblea per lo sciopero generale del 14 giugno è stata dedicata a Luigi Saulino, delegato della Fiom morto martedì scorso

whirlpool generiche

Luigi Saulino operaio della Whirlpool morto martedì scorso a causa di un tumore si era trasferito tre anni fa da Napoli a Cassinetta con tutta la famiglia, moglie e due figlie, per poter continuare a lavorare. Delegato della Fiom e componente della rsu, Saulino veniva da quella stessa terra oggi al centro di una dura vertenza aperta dai sindacati di categoria,  in seguito alla decisione della multinazionale americana di chiudere definitivamente la fabbrica di lavatrici.

Un’amara e triste coincidenza che non è passata inosservata ai colleghi di Saulino, riuniti in assemblea per lo sciopero generale dei metalmeccanici del 14 giugno. «Ciò che dà valore a una fabbrica – ha detto Matteo Berardi, rsu della Fiom – non è solo il prodotto, gli impianti o i processi produttivi, ma sono soprattutto  le persone che ne fanno parte, che ogni giorno lavorano con fatica e sacrifici e purtroppo a volte anche con problemi di salute. Per questo vorremmo ricordare il nostro Luigi».

Venerdì 14 giugno la sfida di Fiom, Fim e Uilm è portare in piazza i lavoratori metalmeccanici per uno sciopero generale di 8 ore in tutta Italia. Il sindacato ha organizzato tre grandi manifestazioni in contemporanea a Milano, Firenze e Napoli per chiedere al governo e alle imprese di mettere al centro il lavoro, i salari e i diritti. Dalla provincia di  Varese partiranno per la trasferta milanese cinque pullman: da BesozzoVareseGallarate (partenza dal piazzale delle Sorelle Ramonda), Busto Arsizio (Ferrovie dello Stato) e Saronno (Ferrovie Nord).

«Porteremo Luigi con noi – ha concluso Berardi – perché era uno che si dava da fare per migliorare la condizione di chi lavora, di chi non ce la fa, di chi, rimasto indietro, ha bisogno di una mano per percorrere un pezzo di strada. Sarà un’altra occasione per ricordarlo, ben sapendo che non sarà l’ultimo ricordo che gli dedicheremo».

I metalmeccanici portano in piazza gli elettori del governo

di michele.mancino@varesenews.it
Pubblicato il 11 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore