Inizia il Rugby Sound, musica no stop e tanto buon cibo con la Street Food Parade

I migliori food truck assicureranno un'ampia scelta per gli spettatori. Sui due palchi The Bloody Beetroots, Nitro e Destroy the Disco

Street Food Parade al Castello di Legnano

Da venerdì 28 giugno fino a domenica 7 luglio la grande carovana di food truck selezionati da tutta Italia farà tappa alla 20° edizione del Rugby Sound Festival all’Isola del Castello di Legnano.

Dai Subsonica a Salmo e agli Skunk Anansie, il Rugby Sound compie 20 anni

Per dieci giorni consecutivi potremo apprezzare una vastissima selezione di piatti della tradizione, preparati sapientemente dagli autentici chef gourmet a bordo dei colorati Food Truck provenienti da tutta Italia:
dal gettonatissimo hamburger di Fassona allo gnocco fritto, dalle tigelle modenesi al cuoppo di fritto misto di pesce, dalle specialità della cucina sarda all’arrosticino abruzzese, fino a specialità più internazionali rivisitate da truck 100% italiani come la picanha brasiliana, la paella spagnola, Takoyaki giapponesi e il Fish&Chips tradizionale britannico. Con un occhio di riguardo a celiaci, vegetariani e vegani.

Street Food Parade al RugbySound Festival” – dicono gli organizzatori dell’Associazione Culturale LE OFFICINE – “sarà un evento nell’evento, in grado di unire l’amore per la cucina tradizionale alla passione del pubblico per la migliore musica live italiana e internazionale. Per noi è un grande piacere tornare al Castello di Legnano dopo la fortunatissima prima edizione del 2016 che ancora tutta la città ricorda con entusiasmo, in un luogo così ricco di storia e cultura e investito a nuova magnifica location per uno dei festival musicali più rappresentativi del nostro territorio.

Tutto questo è stato possibile grazie a una fortissima sinergia con gli organizzatori del RugbySound e Shining Production, che proprio come la Street Food Parade desiderano offrire il meglio a un pubblico vastissimo e variegato per questa edizione 2019.

Qualche nome sul palco dell’edizione 2019? Dall’elettronica di The Bloody Beetroots + Nitro e Subsonica al cantautorato italiano di Max Gazzè e Omar Pedrini, passando per l’indie di Gazelle e Coma Cose. E ancora J-Ax con i suoi Articolo 31 e Alex Uhlmann dei Planet Funk. Special guest Mr. Rain, Folkstone + Luf, Salmo, Linea 77 e Il Pagante. Non basta la musica dal vivo: alla fine di ogni concerto del Rugby Sound Festival gli immacabili Rugby Sound Aftershow, tutti a ingresso gratuito.

Ci aspetta una dieci giorni in grado di soddisfare tutti i gusti, sia musicali che gastronomici.
PAGINA FB: https://www.facebook.com/OfficialStreetFoodParade/
EVENTO FB: https://www.facebook.com/events/1235649549932121/

La prima serata del festival vedrà sul palcoTHE BLOODY BEETROOTS + NITRO + DESTROY THE DISCO.
Rugby Sound Festival 2019 inaugura con sette ore di musica No Stop, due palchi: elettronica, rap, hip hop, house, techno.

I The Bloody Beetroots sono uno dei progetti elettronici più influenti a livello internazionale, con oltre 2 milioni di dischi venduti e collaborazioni con i più grandi musicisti al mondo.

Nitro si avvicina da adolescente alla cultura hip hop. Con “No Comment”, il primo album uscito per Sony Music a inizio 2018, Nitro, pur conservando un’impronta underground, batte il record di streaming italiano di un singolo album in 24 h su Spotify, dopo una settimana è primo nella classifica FIMI e dopo tre settimane è certificato disco d’oro. Un exploit che porta Nitro a fare un lungo e affollato instore-tour e a registrare continui sold out durante il “No comment – tour”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore