La lezione di Generazione d’industria: premiamo merito e competenza

Alle Ville Ponti la cerimonia di chiusura dell'ottava edizione del progetto “Generazione d’industria”. In questi 8 anni l’Unione degli Industriali della provincia di Varese e le imprese partner hanno premiato il merito di 368 giovani. Nell'articolo l'elenco degli studenti premiati

generazione d'industria 2019

È stata una grande ondata di energia quella che giovedì 6 giugno ha invaso la Villa Napoleonica del centro congressi delle Ville Ponti in occasione della cerimonia di chiusura dell’ottava edizione del progetto “Generazione d’industria”. Un’ondata rosso vermiglio che ha coinvolto quattrocento persone tra ragazzi, professori e imprenditori presenti all’assegnazione delle 70 borse di studio messe a disposizione dall’Unione industriali della provincia di Varese e 44 imprese ad altrettanti studenti di istituti tecnici industriali e commerciali della provincia.

Galleria fotografica

generazione d'industria 2019 4 di 10

Il progetto, nato nel 2011 per iniziativa dell’Unione industriali di Varese con l’obiettivo di promuovere tra i giovani la cultura imprenditoriale e per combattere vecchi stereotipi legati all’istruzione tecnica e industriale, ha realizzato una vera e propria rete, in cui aziende, scuole del territorio e Unione industriali collaborano attivamente per proporre agli studenti diverse iniziative per avvicinarsi al mondo del lavoro. Si va dai tirocini di lunga durata da svolgere durante l’anno scolastico ai corsi tenuti dalle aziende per gruppi di studenti selezionati, dalle lezioni di aggiornamento sulle ultime novità nei processi produttivi per professori fino alla premiazione degli studenti più meritevoli.

Tiziano Barea, presidente della BTSR international spa, anima e motore del progetto “Generazione d’industria”, ha ribadito la fiducia nei giovani e nelle loro capacità. «Vogliamo investire e costruire insieme a loro il futuro delle nostre imprese – ha detto Barea -. Abbiamo bisogno di ragazzi coraggiosi e preparati: per questo vogliamo premiare chi si è impegnato e ha dimostrato di voler fare di più. Sono loro il nostro futuro e vogliamo incoraggiarli e insieme anche ringraziarli per l’entusiasmo che hanno portato nelle nostre imprese”».

Barea si è poi rivolto direttamente al numeroso pubblico che ha partecipato alla cerimonia: «Abbiamo un obiettivo molto ambizioso: promuovere la cultura industriale. E lo stiamo facendo grazie all’impegno di tanti che lavorano nelle scuole e nelle imprese».

«Siamo ormai arrivati – ha dichiarato Roberto Grassi, presidente dell’Unione industriali di Varese – all’ottava edizione di “Generazione industria”, un progetto che cercheremo di portare avanti sempre con lo stesso impegno. Crediamo molto nell’istruzione dei ragazzi e pensiamo che “Generazione industria” possa essere un’opportunità anche per noi imprenditori di mostrare ai giovani come sia veramente l’ambiente di lavoro all’interno delle eccellenze produttive del Varesotto».

generazione d'industria 2019

«La provincia di Varese – ha proseguito Grassi – ha molte aziende manifatturiere e per questo il “saper fare” da noi è molto importante. È però necessario che a fianco del “saper fare” ci sia anche il “voler fare”. Ai ragazzi mi sento di dire che oltre all’attività didattica, per aver successo nel futuro dovranno anche avere tanta volontà».

«”Generazione d’Industria” – ha commentato Paola Benetti, responsabile di orientamento e alternanza scuola lavoro dell’Ufficio scolastico territoriale di Varese – ci dà l’idea di cosa significhi una collaborazione virtuosa tra la filiera formativa e il mondo imprenditoriale del territorio. Questo progetto educativo condiviso ha permesso di evidenziare i talenti degli studenti e con il lavoro in azienda hanno ottenuto una formazione completa».

Nel corso delle premiazioni, Greta Galli, una studentessa dell’Istituto Geymonat di Tradate, ha mostrato il funzionamento di un braccio elettronico completamente realizzato in Lego. Questo era uno dei quattro progetti vincitori del premio “Generazione d’Industria” realizzati dagli studenti. Oltre all’idea di Greta e quelle dei suoi compagni del Geymonat, sono stati presentati anche i progetti degli studenti del Carlo Alberto Dalla Chiesa di Sesto Calende, dell’Isis Newton di Varese e dell’Isis Facchinetti di Castellanza.

ELENCO DEGLI STUDENTI PREMIATI

1. “Volontè” di Luino 
Leonardo Banchi
Andrea Leonardo Capobianco
Raffaele Ferrari
Riccardo Fiorini
Ivan Giubilei
Manuel Ippolito
Martina Pozzato
Giulia Salio

2. “Newton” di Varese 
Davide D’Agosta
Francesco Perri
Ivan Santagata
Antonio Alex Vitalini

3. “Keynes” di Gazzada Schianno
Sonia Busceti
Andrea Daino
Letizia Gugiatti
Francesco Re
Ruben Scopacasa
Riccardo Sostaro
Paola Syku
Laura Vitale

4. “Geymonat” di Tradate 
Nicolas Aieta
Gabriele De Lorenzis
Moeen Din Rupal
Sara Giurato

5. “Riva” di Saronno 
Mattia Barbieri
Marco Ceriani
Luca Marsilio
Davide Turconi

6. “Parma” di Saronno
Matteo Franchi
Simone Lagnoni
Mohammad Sadiq
Andrea Santin

7. “Facchinetti” di Castellanza
Stefano Bon
Luca Criniti
Marco Faverio
Emanuele Ghilardi
Edoardo Grillo
Giovanni Battista Parisi
Marco Venturelli

8. “Ponti” di Gallarate 
Alessandro Castiglioni
Carlo Vittorio Cermesoni
Tiziano Moltrasio
Leonardo Zambolin

9. “Dalla Chiesa” di Sesto Calende
Luca Colombo
Samuele De Paoli
Vincenzo Errichiello
Rebecca Fortese
Francesco Silvestri
Marco Torni
Luis Fernando Vargas Yaguachi

10. “E.Stein”di Gavirate
Valentina Grieco
Mauro Onofrio

11. “Gadda Rosselli” di Gallarate
Floriana Leo
Giulia Gullino

12. “Valceresio” di Bisuschio
Giulia Corniani
Sara Zanini

13. “Zappa” di Saronno
Luca Baschieri
Corinne Giurolo
Xiang Huihui

14. “Don Milani” di Tradate
Daniele Castelli
Daniele Rusconi

15. “Montale” di Tradate
Giulia Colmegna
Federica Scripilliti

16. “Daverio – Casula” di Varese
Miriam Giannatiempo
Serena Todeschini

17. “Tosi” di Busto Arsizio
Aurora Alemtsehay Bezzon
Giulia Giatti
Gaia Miranda
Elisa Montagnana
Alessio Ventre

ELENCO DELLE IMPRESE ADERENTI A GENERAZIONE D’INDUSTRIA

•        Acsa Steel Forgings Spa di Oggiona Santo Stefano
•        ADR Spa di Uboldo
•        Afros Spa di Caronno Pertusella
•        Alfredo Grassi Spa di Lonate Pozzolo
•        BTicino Spa di Varese
•        BTSR International Spa di Olgiate Olona
•        Comerio Ercole Spa di Busto Arsizio
•        D’andrea Spa di Lainate
•       Desmet Ballestra spa – Mazzoni LB Soap di Busto Arsizio
•        Elmec Informatica Spa di Brunello
•        Eolo Spa di Busto Arsizio
·        Eurojersey spa di Caronno Pertusella
•        Ficep Spa di Gazzada Schianno
•        Fimi Srl di Saronno
•        Cesare Galdabini Spa di Cardano al Campo
•        Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali
•        Goglio Spa di Daverio
•        Guttadauro Computers & Software Srl di Cassano Magnago
•        IMP Spa di Saronno
•        LASCOR Spa di Sesto Calende
•        LATI Industria Termoplastici Spa di Vedano Olona
•        Lavorazioni Sistemi Lasi Srl di Gallarate
•        Lindt & Sprungli Spa di Induno Olona
•        MPG Manifattura Plastica Spa di Gallarate
•        Novartis di Origgio
•        Primetals Technologies Italy Srl di Marnate
•        Rettificatrici Ghiringhelli Spa di Luino
•        Rft Spa di Gazzada Schianno
•        Riganti Spa di Solbiate Arno
•        Samic Spa di Lonate Ceppino
•        Sanofi Spa di Origgio
•        Secondo Mona Spa di Somma Lombardo
•        Silvio Fossa Spa di Gallarate
•        Sofinter Spa di Gallarate
•        Spm Spa di Brissago Valtravaglia
•        Studio Ingegneria Noemi Milani di Gallarate
•        Swk Utensilerie Srl di Gemonio
•        Tecniconsult Spa di Busto Arsizio
•        Tenova Spa di Castellanza
•        Thor Specialties Srl di Casale Litta
•        Tigros Spa di Solbiate Arno
•        Vibram Spa di Albizzate
•        Vodafone Automotive Spa di Varese
•        Whirlpool Europe Srl di Biandronno

 

di
Pubblicato il 07 giugno 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

generazione d'industria 2019 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore