M5S: “Ok le demolizioni al Circolo, ma si tutelino le opere”

Interrogazione a Regione Lombardia sull’Ospedale di Circolo di Varese in previsione della demolizione di tre padiglioni del complesso ospedaliero per la costruzione della nuova struttura denominata “Day Center 2”

Generico 2018

Il M5S Lombardia ha depositato un’interrogazione a Regione Lombardia sull’Ospedale di Circolo di Varese in previsione della demolizione di tre padiglioni del complesso ospedaliero per la costruzione della nuova struttura denominata “Day Center 2”.

Luigi Piccirillo, consigliere regionale del M5S Lombardia e firmatario dell’atto, chiede che cosa prevede il progetto e se è già definito il ricollocamento per le opere artistiche presenti nei padiglioni e cioè un bassorilievo in marmo di Carrara raffigurante il busto del promotore della donazione Dott. Mario Beretta, eseguito dallo scultore Frattini; due mosaici posti ai lati dell’altare della cappella, raffiguranti i Santi Giuseppe e Achille, attribuibili all’artista Giuseppe Montanari; un grande mosaico (in allegato), posto nella hall di ingresso del Padiglione Santa Maria, raffigurante una estesa panoramica di Varese e del suo Sacro Monte, riferibile al Montanari; sempre del Montanari, un olio su tela, di dimensioni pari a due metri per tre metri, raffigurante la crocifissione con ampia veduta panoramica delle cappelle del Sacro Monte di Varese sullo sfondo.

Piccirillo dichiara: “L’ospedale necessita di ammodernamenti e, in questo senso, capisco la necessità delle demolizioni. Con l’interrogazione però chiediamo alla Regione Lombardia di tutelare le opere presenti sul sito che rappresentano una testimonianza storica, culturale e artistica di rilievo non solo per Varese, ma per tutta la regione.

Vogliamo insomma rassicurazioni sul futuro delle opere d’arte e capire se è stata redatta una relazione sulle modalità di asportazione dei mosaici, su criticità e i rischi nelle operazioni di asportazione, sui metodi e le modalità di restauro e sulla scelta del sito per il loro ricollocamento. Il nostro patrimonio d’arte va tutelato e preservato nell’interesse della collettività e delle generazioni future”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore