Un altro accredito strappato a un giornalista sportivo: il caso di Eugenio Peralta

L'ex collaboratore di VareseNews, oggi firma di Volley News, respinto al campionato italiano di beach volley. A stracciare il suo pass l'ex presidente del CR Lombardia e nuovo consulente federale... per la comunicazione

eugenio peralta adriano pucci mossotti

Eugenio Peralta è stato per qualche anno un collaboratore di VareseNews – validissimo, se volete sapere il nostro giudizio – che ha raccontato tra le altre cose la celebre stagione del “triplete” della Yamamay nel 2012, oltre a tante altre pagine legate al mondo della pallavolo e dello sport. Eugenio, che ha anche un robusto passato da addetto stampa della Federvolley regionale, ieri – domenica 16 giugno – si è visto strappare di dosso (e distruggere) il proprio accredito, legittimo e regolarmente richiesto, in occasione della tappa milanese dei Campionati Italiani di beach volley. (foto in alto: Eugenio Peralta – in piedi – con Adriano Pucci Mossotti a un evento di Fipav Lombardia)

La sua colpa? Lavorare per il network Volley News, testata che di recente ha mosso qualche appunto verso l’ex presidente del CR Lombardo della Fipav, Adriano Pucci Mossotti, la persona che materialmente ha stracciato il cartellino che avrebbe dovuto permettere a Eugenio di fare il proprio mestiere. Quello di documentare l’evento, raccontarlo ai propri lettori e a tutti gli appassionati, come fa da anni. Volley News però ha avuto il torto di criticare con un articolo (lo potete leggere QUI) assolutamente legittimo la nomina di Pucci Mossotti a “consulente della FIPAV a comunicazione e marketing”. Comunicazione, appunto, branca che comprende anche il rapporto con i giornalisti e in generale i media…

Un articolo che evidentemente ha infastidito il dirigente lombardo, che ha reagito nel peggiore dei modi, strappando il pass di ingresso a Peralta. L’evento milanese era a ingresso libero, ma chi fa il nostro lavoro ha bisogno di essere messo in condizione di muoversi – lo diciamo per i meno esperti – in una certa maniera, per esempio avendo accesso alla zona interviste o usufruendo di una postazione dalla quale poter seguire il torneo.

Eugenio, che nel frattempo ha raccolto la solidarietà di tante figure legate al mondo del giornalismo e dello sport, spiega a VareseNews la propria posizione: «Non sono tanto preoccupato per il mio caso personale quanto per la deriva che rischia di prendere un episodio del genere. Il giornalista deve poter svolgere il proprio lavoro a prescindere dalle proprie opinioni, se queste ultime sono espresse nel limite dei regolamenti come è avvenuto nel caso di Volley News. E fa oltremodo pensare il fatto che cose del genere stanno avvenendo a più riprese nel mondo dello sport, quello tutto sommato più “leggero” rispetto ad altri: non un buon segno se pensiamo ad ambiti ben più delicati del nostro». Uno dei casi recenti sottolineati da Eugenio ha riguardato proprio Varese e il Varese Calcio, con una situazione molto simile toccata a Elisa Cascioli di VareseSport (in quella circostanza poi, l’accredito fu restituito nei giorni successivi); ai recenti Internazionali di Tennis di Roma invece, fu il giornalista specializzato Ubaldo Scanagatta (del sito UbiTennis oltre che dei quotidiani del gruppo Riffeser) a vedersi ritirato il pass con quello che a tutti è parso un pretesto, dopo un articolo di critica.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 17 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore