Alberto Torregiani porta a Cadrezzate con Osmate la memoria del terrorismo rosso

Figlio adottivo di Pierluigi Torregiani, vittima dei Proletari armati per il Comunismo, Alberto Torregiani sarà a Cadrezzate con Osmate venerdì 19 luglio 2019 per raccontare la sua storia al parco di villa Bozza Quaini

alberto torregiani

È la fredda mattina del 16 febbraio 1979. Pierluigi Torregiani sta aprendo assieme ai figli la sua gioielleria in periferia di Milano, quando tre uomini armati gli tendono un agguato. Si tratta di Giuseppe Memeo, Gabriele Grimaldi e Sebastiano Masala, membri dei Proletari armati per il Comunismo intenzionati a vendicare il rapinatore rimasto ucciso il 22 gennaio durante una sparatoria nella quale era stato coinvolto Torregiani.

Il gioielliere riesce appena a estrarre la pistola per difendersi, ma viene subito colpito a morte da Grimaldi. Nello stesso istante, un proiettile parte dall’arma di Torregiani e raggiunge il figlio Alberto alla colonna vertebrale rendendolo paraplegico.

A 40 anni da questo fatto terribile, Alberto Torregiani incontrerà i cadresmatesi alle 21 di venerdì 19 luglio al parco di villa Bozza Quaini a Cadrezzate con Osmate per raccontare la sua testimonianza del periodo più buio per la storia della nostra repubblica.

Per l’occasione, verrà inoltre presentato il suo libro “Ero in guerra e non lo sapevo” scritto nel 2006, che riporta gli anni di lotta trascorsi per ottenere giustizia. Una lotta che ha dato i suoi frutti con il rimpatrio e la carcerazione il 12 gennaio 2019 di Cesare Battisti, condannato all’epoca dei fatti come co-ideatore dell’omicidio.

L’incontro è stato organizzato dall’amministrazione comunale di Cadrezzate con Osmate

di
Pubblicato il 15 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore