A Cazzago e Inarzo tutti avranno il medico di famiglia

Accordo trovato tra i sindaci dei paesi e l'Ats Insubria: i due medici attualmente in servizio potranno accettare altri mutuati

medico

Allarme rientrato: i cittadini di Cazzago Brabbia e Inarzo avranno tutti il medico di famiglia. Questo almeno è quel che garantisce il direttore generale di ATS Insubria Lucas Maria Gutierrez che oggi, venerdì 26 luglio, ha incontrato i sindaci dei due paesi, Emilio Magni e Fabrizio Montonati.

La situazione si era complicata dopo l’annuncio che il dottor Gianfranco Schezzi andrà in pensione dalla fine di luglio; inizialmente i due sindaci si erano mobilitati per chiedere una sostituzione del medico, sostituzione che almeno per ora non avverrà. Quindi in che cosa consiste l’accordo? ATS Insubria ha confermato che il dottor Simonetta e il dottor Surace, i due medici attualmente in servizio, potranno accettare nuovi mutuati.

«ATS ritiene che in questo modo tutti gli attuali mutuati del dottor Schezzi potranno scegliere un nuovo medico di base che continui ad operare anche presso l’ambulatorio dei due paesi», scrive l’amministrazione comunale sul gruppo facebook di Cazzago. 

Al dottor Simonetta dovrebbero andare 125 mutuati in più, al dottor Surace 250. Nel caso dovessero rimanere escluse altre persone, un altro medico si è reso disponibile per venire ad assisterle nell’ambulatorio del paese.

Come è possibile fare il cambio del medico? Andando di persona negli uffici di scelta/revoca della sede territoriale di riferimento dell’ASST : in questo caso i più comodi e facili da raggiungere sono in viale Monterosa a Varese oppure ad Azzate in via Acquadro.

Il medico di base va in pensione, Cazzago Brabbia e Inarzo in subbuglio

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore