La sospensione di Misiano e la sfiducia a Gesualdi vanno in consiglio

Nella prima seduta dopo l'inchiesta Krimisa le opposizioni presenteranno la mozione di sfiducia al sindaco. Prima la presa d'atto della sospensione del consigliere arrestato

Ferno generica generiche

A seguito dell’inchiesta Krimisa che ha colpito la ‘ndragheta a Lonate Pozzolo e dell’arresto di “don Misio” (Enzo Misiano), lunedì 29 luglio ci sarà il primo consiglio comunale di Ferno.

Lo avevano chiesto con urgenza i banchi dell’opposizione di centrodestra e centrosinistra, per chiedere ufficialmente le dimissioni dei consiglieri Alessandro Pozzi ed Enzo Misiano nonché per avanzare la mozione di sfiducia al sindaco Filippo Gesualdi. 

Nel corso della seduta consiliare ci saranno la “presa d’atto del provvedimento prefettizio di sospensione dalla carica di consigliere Enzo Misiano” e della conseguente convalida della temporanea nomina del consigliere che gli subentrerà. Inoltre, i gruppi consiliari “Cambiare Ferno” e “Piantanida per Ferno” interpelleranno il sindaco in merito al ruolo dei consiglieri Misiano e Pozzi nell’inchiesta Krimisa.

Più “ordinari” gli altri punti all’ordine del giorno: l’assestamento del bilancio 2019/2021, l’approvazione del piano dei servizi scolastici ed extrascolastici e la modifica del regolamento per l’attività del consiglio comunale dei ragazzi.

La seduta straordinaria si terrà nell’atrio del comune di Ferno, in via Aldo Moro.

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 26 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore