1 milione di download per “Where are U”, la App del 112 che può salvarti la vita

L'applicazione permette di chiamare il Numero di Emergenza inviando automaticamente la localizzazione gps del dispositivo. Ma è attiva solo in poche zone d'Italia

where are you app

Il caso di Simon Gautier, il ragazzo francese morto dopo essere precipitato sulle montagne del Cilento, ha riacceso i riflettori sulle procedure per geolocalizzare le chiamate di emergenza. In Italia non è infatti possibile localizzare con precisione le telefonate da cellulare tramite la tecnologia Advance Mobile Location (AML). Ci vorranno ancora un paio d’anni prima che questa tecnologia che permette l’attivazione automatica del gps possa diventare operativa, quindi nel frattempo che fare?

La risposta arriva con Where Are U, la app del 112 che aggira il problema. Lanciata 5 anni fa questa applicazione permette di chiamare il Numero di Emergenza Europeo inviando automaticamente i dati di localizzazione e le altre informazioni incluse nel proprio profilo. In caso di necessità quindi si possono chiamare i soccorsi direttamente tramite la app e si verrà geolocalizzati con precisione. L’app è utile sia quando ci si trova dispersi in un luogo sconosciuto ma anche quando non si può chiamare a voce i servizi di emergenza. Where Are U permette infatti anche di effettuare la chiamata in modalità silenziosa, avvisando la centrale operativa di un’emergenza senza neanche il bisogno di parlare.

Un servizio che può davvero salvare la vita, ma che purtroppo non avrebbe potuto aiutare Simon. L’applicazione può essere infatti usata solo dove è attivo il numero unico per le emergenze (il 112 appunto) e cioè nelle regioni di Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia e nelle province di Roma, Trento, Bolzano, Agrigento, Catania, Caltagirone, Enna, Messina, Siracusa e Ragusa.

La app può essere scaricata su tutti i telefoni iOS, Android e Windows ed ha già ricevuto un milione di download. Per ulteriori informazioni e per scaricarla clicca qui.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 19 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da DavideK

    E semplicemente accendere il gps ed inviare la propria posizione tramite whatsapp o simili?

    1. Scritto da Felice

      Non credo funzioni tramite WhatsApp o similari in quanto necessitano la presenza della rete dati 3G/4G… in territori isolati, magari in mezzo alle montagne non credo sia sempre possibile avere copertura dati….credo che la App funzioni via chiamata vocale comunicando le coordinate magari tramite SMS..a queste due modalità non serve la linea dati ma basta la connessione GSM base dell’operatore telefonico.

Segnala Errore