Dalla Regione 850.000 euro contro il dissesto idrogeologico

Lo stanziamento di risorse nel varesotto andrà a Curiglia con Monteviasco, Mesenzana e Porto Valtravaglia

La frana a Bussoleno

Uno stanziamento complessivo di 48 milioni di euro per far fronte al dissesto idrogeologico e ai danni causati dalle ondate di eccezionale maltempo di ottobre 2018 e della primavera 2019. Regione Lombardia, per prevenire e sanare situazioni di rischio che gravano su centri abitati o infrastrutture regionali, ha dato avvio a diversi programmi di intervento urgenti, strutturali e di manutenzione e ripristino.

Nel varesotto arriveranno un totale di 850.000 euro per un totale di 3 interventi. La fetta più grande -350.000 euro- andrà a Curiglia con Monteviasco dove si andrà ad intervenire sul rischio di caduta massi sulla strada che collega Curiglia con Viasco. 300.000 euro arriveranno invece a Mesenzana per interventi di regimazione idraulica del torrente Gesone mentre 200.000 sono invece destinati a Porto Valtravaglia per manutenzione opere idrauliche e risezionamento nel tratto terminale del torrente Muceno.

«Con questa delibera -ha commentato l’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni- abbiamo voluto mettere immediatamente a disposizione dei territori colpiti i fondi dedicati alla prevenzione del dissesto idrogeologico, appena sbloccati dal Governo grazie anche alla collaborazione di Regione Lombardia, ai quali abbiamo aggiunto consistenti finanziamenti da parte nostra. I Comuni e gli enti locali -ha continuato- potranno ora procedere con celerità nel dar vita a tutta una serie di opere vitali, sia per il ripristino dei danni del maltempo sia di contrasto strutturale e di prevenzione al rischio idrogeologico di un territorio come il nostro, particolarmente vulnerabile in alcune sue zone».

«Abbiamo voluto privilegiare interventi da compiersi in ambiti di rischio acclarato, oltreché -ha concluso Foroni – in aree interessate dalle ondate di maltempo di ottobre 2018 e della primavera 2019 e in situazioni di particolare e grave rischio segnalateci dagli uffici regionali territoriali».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore