Danni da maltempo: sopralluogo della comunità Montana a Curiglia con Monteviasco

il vicepresidente di Comunità Montana Marco Fazio,con l’assessore con delega a agricoltura e foreste Emilio Ballinari si sono recati sul territorio, e soprattutto nella frazione di Piero, per comprendere i possibili interventi

Dopo il maltempo, sopralluogo a Piero per la comunità montana

Dopo gli eventi atmosferici del 12 e del 20 agosto scorsi, anche la Comunità montana Valli del Verbano si è messa in moto per garantire aiuto ai territori e ai comuni colpiti.

Attivi, nelle ore immediatamente successive, numerosi volontari dei gruppi di Protezione Civile, provenienti dai gruppi comunali e intercomunali, che si sono affiancati agli operai della squadra manutentiva dell’ente. Un contributo, al solito, prezioso e spesso silenzioso, che merita il plauso della cittadinanza e delle amministrazioni.

Superata l’emergenza, però, è giunto il momento delle valutazioni e degli interventi di ripristino. Tra i comuni più colpiti uno dei più piccoli del territorio della Comunità Montana, Curiglia con Monteviasco: dove, secondo una prima stima comunicata dal sindaco Nora Sahnane, i danni ammonterebbero a oltre 200.000 euro.

Per questo, nella giornata di lunedì 26 agosto, il vicepresidente di Comunità Montana Marco Fazio, accompagnato dall’assessore con delega a agricoltura e foreste Emilio Ballinari e dal tecnico Alessandro Monfredini, si sono recati sul territorio, ed in particolare nella frazione di Piero, per comprendere al meglio l’accaduto e i possibili interventi.

Dopo il maltempo, sopralluogo a Piero per la comunità montana

I danni sono ingenti, con piccoli smottamenti su molti tratti stradali, da quelli che conducono a Curiglia alla Piero Lozzo, e una situazione particolarmente critica nell’area dei Mulini di Piero. La strada che conduce al sito è stata colpita da una piccola frana, che rende quasi impossibile l’accesso, mentre nell’area dei Mulini sono caduti molti alberi, uno dei quali si è abbattuto su una baita, danneggiandone il tetto.

«Abbiamo voluto valutare la situazione in modo diretto, in attesa di una puntuale quantificazione dei danni – commenta il vicepresidente Fazio – perché gli eventi hanno interessato un bene di proprietà del nostro ente, i Mulini di Piero, ma soprattutto perchè è evidente che un comune delle dimensioni di Curiglia con Monteviasco non può essere lasciato da solo. Da subito ci rendiamo disponibili ad un accordo con il comune per supportarlo in alcuni degli interventi; ci adopereremo anche per costruire una sinergia insieme a Regione Lombardia per garantire lo stanziamento dei fondi necessari. Eventi di questa portata rischiano di infliggere colpi ulteriori a un territorio già fragile e che sta vivendo notevoli difficoltà».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore