Isabella Tovaglieri saluta Busto e la giunta: “Fiera di quello che ho fatto”

In una lettera di commiato i ringraziamenti al sindaco Antonelli e l'auspicio che il piano dell'area delle Nord prosegua sulla strada da lei tracciata: "Sosterrò la giunta anche da lontano"

isabella tovaglieri

Isabella Tovaglieri ha rassegnato le dimissioni da vicesindaco e assessore all’urbanistica della Città di Busto Arsizio. Il suo posto in giunta verrà coperto dall’architetto Giorgio Mariani, storico militante leghista. In una nota il commiato dell’eurodeputata bustocca.

«Sono fiera di aver fatto tutto ciò che era mio dovere fare, sono orgogliosa di aver dato il mio piccolo contributo a questa grande Città e di avere l’opportunità di continuare a rappresentarla nelle istituzioni europee» le parole che la neoeletta europarlamentare della Lega rivolge al sindaco Emanuele Antonelli nella lettera di dimissioni depositata questa mattina al Protocollo comunale di palazzo Gilardoni. «L’attività amministrativa, affrontata giorno per giorno, ha via via alimentato la passione per la politica che ho sempre avuto, sin da giovanissima, passione che ha costituito le basi della mia candidatura al Parlamento Europeo».

Nella sua missiva di commiato, Isabella Tovaglieri ringrazia in primis proprio il sindaco Antonelli «per la fiducia dimostrata sin dall’inizio, attribuendomi una materia molto complessa», ma anche lo staff municipale del settore urbanistica e i colleghi assessori che hanno accompagnato quella che definisce “un’esperienza unica”. Rimarcando il lavoro fatto in particolare per «raggiungere un obiettivo che ritenevo – e ritengo tuttora – prioritario, quello della riqualificazione dell’Area delle Nord».

Un’eredità per la nuova squadra di giunta: «Auspico, ma non ho dubbi che sarà così, che chi mi sostituirà continui a credere in questo progetto, davvero ambizioso e rivoluzionario, che, se i privati accetteranno la sfida, potrà cambiare il volto e il destino di questa Città. Ora gli strumenti per far rinascere questo comparto strategico ci sono, occorre insistere, crederci e promuovere in tutte le sedi le opportunità che offriamo».

Ora l’eurodeputata bustocca si concentrerà sul suo impegno in Parlamento Europeo, ma con lo sguardo sempre rivolto alla sua Busto Arsizio: «Con queste mie dimissioni, lascio il mio incarico in Comune, ma non la mia Città, che continuerò a seguire e a sostenere anche da “lontano”: nel mio nuovo ruolo al Parlamento Europeo mi impegnerò a fondo per Busto, perché sia valorizzata e riconosciuta come merita. Come meritano i suoi cittadini e le tante eccellenze che ho incontrato in questi anni di lavoro al servizio della città».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore