Monza favorito, ma occhio alle sorprese. Il Girone della Pro Patria

A un giorno dall’inizio del campionato, proviamo a tracciare un’ipotetica griglia di partenza delle squadre del Girone A

pro patria compie 100 anni

Manca un giorno all’inizio della stagione 2019-2020 della Serie C. La Pro Patria, inserita nel Girone A, partirà sfidando la grande favorita per la vittoria finale, il Monza di Berlusconi e Galliani.

A poche ore dall’esordio stagionale, proviamo a fare il punto della situazione del girone, stilando una ipotetica gerarchia delle 20 squadre che compongono il girone.

PRIMA FASCIA

Inutile nascondersi: il Monza sarà la grande favorita per la promozione in Serie B e, a livello di rosa, non ci sono altre squadre così attrezzate come i brianzoli. Ha fatto un ottimo precampionato l’Arezzo, che punta in alto pur non facendo proclami. Tra le papabili prime inseriamo anche la Carrarese, dopo la grande stagione passata, ma per la squadra di mister Baldini non sarà facile ripetersi.

SECONDA FASCIA

Non possiamo non inserire la Pro Patria: dopo l’ottavo posto della passata stagione, l’obiettivo dichiarato è quello di migliorarsi. La Juve U23 entra di diritto nelle squadre che devono puntare in alto, facendo tesoro degli errori commessi all’inizio della passata stagione. L’Alessandria ha costruito un buon gruppo e messo le basi per una stagione positiva; grande risposta dalla piazza, con tanti abbonati che sospingeranno i grigi. La Pro Vercelli ha tutto per fare bene, sarà un bel test per mister Alberto Gilardino, alla prima esperienza tra i professionisti da allenatore. Il Siena, per piazza e blasone, va di diritto nelle pretendenti alle zone alte della classifica, ma il precampionato è stato rovinato dalla sconfitta in Coppa Italia contro il Mantova.

TERZA FASCIA

Il Novara ha deciso di ripartire con un mister dalle giovanili: Simone Banchieri; le ambizioni sono immutate, ora tocca al campo. La Pistoiese ha lavorato bene in estate, anche se con risultati altalenanti: bene contro la Pianese, meno contro il Pontedera. Il “piccolo” Renate riesce sempre a trovare la quadratura del cerchio e anche quest’anno è pronto a vestire i panni di guastafeste. L’Olbia prosegue la proficua collaborazione con il Cagliari e la bella vittoria sul Rieti è stato un ottimo inizio di stagione.

QUARTA FASCIA

L’anno scorso è stata una delle sorprese del campionato, il Pontedera però continua a volare basso e a pianificare come primo obiettivo la salvezza. Con mister Marco Zaffaroni in panchina, l’Albinoleffe proverà a costruire una campionato tranquillo, il primo dopo tanti anni lontano da Bergamo. Da neo promosse, le due squadre che si contendono il Lario, Como e Lecco partono a fari spenti, ma chissà che non possano stupire.

QUINTA FASCIA

Dopo il primo anno tra i “pro”, il Gozzano riproverà a salvarsi, ma i risultati del precampionato non sono stati confortanti, seppur sempre sconfitto di misura. La Giana Erminio ha perso i primi due impegni ufficiali, non un buon inizio. Stesso discorso per la Pergolettese del varesotto Matteo Contini, che dovrà dimostrare il proprio valore dopo la vittoria della Serie D. Anche la Pianese, al primo storico campionato tra i professionisti, dovrà lottare da subito per stare lontana dalle zone basse.

di
Pubblicato il 24 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore