Neopatentato e ubriaco scappa dalla polizia, 19enne fermato e denunciato

Pazza fuga post movida successa nella notte tra venerdì e sabato, protagonista un 19enne. Denunciato anche un 24enne “recidivo” in viale Borri

Ubriachi al volante, denunciati

Viaggiava, alle 4 del mattino a bordo della Hyundai Jazz dei genitori ubriaco e, quando ha visto la volante della polizia in Viale Aguggiari a Varese, ha deciso di accelerare.

E’ cominciato cosi il pazzo inseguimento “post movida” che ha movimentato la notte varesina tra venerdi e sabato: poichè il guidatore non si fermava, infatti, la volante ha iniziato un inseguimento in pieno centro di Varese lungo le vie Grandi, Speri della Chiesa Jemoli, Robbioni, Battisti e Sempione, per terminare in via della Brunella, dove il 19enne finiva col perdere il controllo del mezzo, andando a sbattere contro un muretto condominiale e abbattendo pure un cartello stradale.

Al ragazzo però non è bastata, e ha continuato a fuggire a piedi lungo via Sanvito, dove però è stato in poco tempo raggiunto e fermato dagli agenti.

Il ragazzo era illeso, anche dopo lo scontro, ma è risultato avere un tasso alcolemico nel sangue pari a 1,4 g/l. Il ragazzo, neopatentato, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza “aggravata”: ha commesso infatti la grave infrazione nelle ore notturne e ha causato un incidente stradale.

Al giovanissimo è stata innanzitutto ritirata immediatamente la patente, che deteneva da pochi mesi, e poi gli sono state contestate numerose infrazioni al Codice della Strada, tra cui il non essersi fermato all’alt della Polizia, l’aver circolato a velocità non adeguata nelle ore notturne, la perdita di controllo del veicolo, il danneggiamento della segnaletica stradale, l’essere scappato a seguito di incidente e per tre volte non essersi fermato allo stop.

Visto l’insieme di fatti il guidatore è stato denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale, “avendo messo a serio rischio l’incolumità pubblica al fine di sottrarsi al controllo”.

GRAN BOTTO IN VIALE BORRI NELLA STESSA NOTTE

Poco prima, intorno all’una di notte, un altro giovane, di 24 anni, stava percorrendo a forte velocità viale Gasparotto quando, all’incrocio con Viale Borri, perdeva il controllo della 500 Abarth andando ad impattare contro lo spartitraffico e facendo ribaltare il mezzo.

Sul posto sono arrivati 118 e Volante (insieme ai Vigili del Fuoco, intervenuti per girare il mezzo) che hanno potuto accertare che il ragazzo era rimasto fortunatamente incolume, ma che il tasso alcolemico nel suo sangue era pari a 1,8 g/l.

Il giovane è stato così denunciato per guida in stato di ebbrezza (fatto per cui già era stato denunciato tre anni prima), aggravato dall’essere stato commesso nelle ore notturne e di avere provocato un incidente stradale, e ha subito il ritiro immediato della patente.

Ubriachi al volante, denunciati

LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO

La Polizia di Stato ha sostenuto diverse campagne di sensibilizzazione per contrastare il fenomeno della guida in stato di ebbrezza.Tra le ultime campagne si segnala #seisicuro, lanciata dalla Polizia Stradale congiuntamente ad Autostrade per l’Italia, per  aumentare la consapevolezza di tutti, partendo dai più giovani, ricordando le possibili conseguenze per sé, per terzi estranei e per amici passeggeri, di un gesto solo apparentemente innocuo.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    La guida autonoma porrà fine a questi potenziali assassini su quattroroute.
    Non ci vedo altre soluzioni.

Segnala Errore