Piste ciclabili in Valceresio e Valcuvia, “salvi” i fondi regionali per 1,2 milioni di euro

Regione Lombardia ha approvato ieri la delibera che garantisce la prosecuzione del progetto “I laghi in bicicletta”

Piste ciclabili ciclopedonali generica

Ieri pomeriggio la Giunta regionale ha dato il via libera al nuovo cronoprogramma finanziario e di stato avanzamento lavori che consente il salvataggio del progetto “I laghi in bicicletta”, l’intervento strategico incentrato sullo sviluppo della rete ciclo-turistica del territorio che porterà alla realizzazione e ultimazione di piste ciclopedonali in vari comuni dell’alto Varesotto tra cui Porto Ceresio, Induno Olona, Bisuschio, Cuveglio, Cuvio, Cittiglio, Brenta, Germignaga. 

Il progetto, da oltre 1,6 milioni di euro, era stato proposto nel 2017 a Regione Lombardia dalle comunità montane Valli del Verbano e Piambello e la Regione, a titolo di co-finanziamento, aveva riconosciuto un contributo di circa 1,2 milioni tramite il “Fondo regionale territoriale per lo sviluppo delle valli prealpine”, creato per favorire la ripresa socio-economica e lo sviluppo sostenibile della montagna.

«Alcuni comuni non erano riusciti a rispettare le scadenze previste per l’avanzamento dei lavori – spiega il consigliere regionale Giacomo Cosentino di Lombardia Ideale – Gruppo Fontana – ad esempio qulla che prevedeva di realizzare una spesa di almeno il 66% a valere sul contributo regionale entro il 30 novembre 2018 e gli uffici regionali avrebbero dovuto riprendere le risorse assegnate».

A dicembre 2018, durante la seduta del consiglio regionale per l’approvazione del bilancio di previsione 2019 – 2021, Cosentino aveva sottoscritto un emendamento grazie al quale si è riusciti a confermare le risorse ma – per motivi tecnici – non a prorogare i termini per la conclusione dei lavori e i rendiconti finanziari, cosa che è stata fatta con la delibera approvata ieri.

«Dopo l’approvazione dell’emendamento che avevo chiesto e sottoscritto in consiglio regionale a dicembre, concordato con l’assessore Massimo Sertori, serviva la delibera di giunta di oggi per chiudere il cerchio e confermare i progetti in corso – spiega il consigliere regionale varesino – Ringrazio l’assessore Sertori per il costante dialogo e l’impegno con cui sta aiutando le comunità montane e valorizzando i piccoli comuni».

«Le piste ciclopedonali sono importanti non solo per aumentare la qualità di vita nell’alto Varesotto per chi ci abita – conclude Cosentino – ma anche per rendere il nostro territorio più attrattivo dal punto di vista turistico. Sono contento della collaborazione che si è instaurata con i sindaci e con le comunità montane, a prescindere dal colore politico degli amministratori».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore