Cultura, territorio e partecipazione: Giallo Ceresio centra tutti gli obiettivi

Grande successo per la prima edizione del concorso letterario internazionale. Ieri pomeriggio la premiazione dei vincitori

Porto Ceresio - Premiazione GialloCeresio 2019 - foto di Luca Leone

Si è chiusa con un pomeriggio all’insegna della bellezza, della cultura e della partecipazione la prima edizione di Giallo Ceresio, il concorso letterario internzionale promosso dal Comune e dalla Pro loco di Porto Ceresio.

Galleria fotografica

Porto Ceresio - Premiazione GialloCeresio 2019 - foto di Luca Leone 4 di 18

«E’ stata una prima edizione davvero incredibile – dice il sindaco di Porto Ceresio Jenny Santi – Siamo estremamente soddisfatti sia per la grande partecipazione, con 221 opere in concorso, sia per la qualità delle opere e delle adesioni a questo progetto che era insieme culturale e di promozione del nostro territorio. Anche questo obiettivo è stato centrato: tantissimi tra i partecipanti non conoscevano Porto Ceresio e la nostra zona, e ne sono rimasti incantati».

Un piacevole pomeriggio di sole e il lago ancora in versione estiva hanno fatto da cornice alla premiazione, che è stata arricchita dalla lettura di brani dei romanzi e dei racconti partecipanti affidata all’attrice e regista Marina De Juli.

Un successo organizzativo, di numeri – erano ben 221 le opere partecipanti, di cui 112 per la sezione romanzi editi e 109 per i racconti inediti – e anche mediatico, dal momento che tutte le testate più importanti, anche a livello nazionale, hanno dedicato spazio all’iniziativa.

La prima edizione del concorso letterario è stata vinta da Mariano Sabatini e Luigi Guicciardi, che si sono aggiudicati rispettivamente il premio delle sezioni editi ed inediti.

Questi tutti i vincitori:

Romanzi editi

1° classificato (1.500 euro) -Mariano Sabatini “Primo venne Caino” (Adriano Salani Editore)

2° classificato (700 euro) – Alessandro Bongiorni “Strani eroi” (Frassinelli)

Premio di Euro 700

3° classificato (700 euro) – Davide Longo “Così giocano le bestie giovani” (Feltrinelli Editore)

Premio Giovani (1000 euro) – Alessandro Bongiorni “Strani eroi” (Frassinelli)

Premio Laghi  (300 euro) – Franco Vanni “La regola del lupo” (Baldini Castoldi)

Racconti Inediti

1° classificato (500 euro) – Luigi Guicciardi “Ombre sul lago”

2° classificato (250 euro) – Aldo Lado “Il luccio”

3° classificato  (150 euro) –  Gioia Senesi “Nel lago del cor”

Premio Giovani Autori (300 euro) –  Gioia Senesi “Nel lago del cor”

Premio Porto Ceresio (200 euro) –  Angela Borghi “Notte di Valpurga”

A decretare i vincitori della sezione editi è stata una prestigiosa giuria italo-svizzera formata dai principali direttori di testate giornalistiche italiane ed elvetiche.

Per i racconti inediti due le giurie in campo, anch’esse internazionali.

Carla De Albertis, presidente del Comitato Premio Claudio De Albertis, si è aggiunta alle Giurie editi ed inediti per le sezioni Giovani Autori. E proprio i giovani sono i partecipanti che hanno maggiormente brillato per la propria bravura nella scrittura e sono risultati doppiamente premiati: il classificato Premio Giovani Autori editi ha infatti vinto anche il secondo posto nella sezione romanzi, mentre il classificato Premio Giovani Autori Inediti si è anche classificato terzo nella sezione racconti.

La giuria ha assegnato anche diverse menzioni per le due sezioni del concorso.

Per gli editi menzioni per Giuseppe Curonici, Matteo Farneti, Sara Kim Fattorini, Ida Ferrari, Christian Frascella, Dario Galimberti, Lucia Tilde Ingrosso, Enrico Pandiani, Piergiorgio Pulixi e Mirko Zilahi.

Per gli inediti la milanese Erica Arosio, il duo Giuseppe Borasi di Cadorago e Brenno Steffen di Ferrara e la regista svizzera Bianca Conti Rossini residente a Parigi.

Per gli editi hanno partecipato le principali case editrici italiane e ticinesi, libri pubblicati da piccole case editrici indipendenti e anche autori che utilizzano il self-publishing.

Per gli inediti il lago più gettonato è stato il lago Ceresio, tra gli altri laghi il più amato è stato il Lago Maggiore seguito dai laghi di Como, Orta, Garda, Varese, Bracciano, Trasimeno e Avigliana, mentre l’età dei partecipanti si è aggirata tra i 19 e i 92 anni.

I racconti partecipanti alla prima edizione di GialloCeresio sono pervenuti da Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Campania, Marche, Abruzzo, Umbria, Calabria e Sicilia. Sono arrivati racconti anche dalla Svizzera italiana, da Zurigo, da Parigi e dall’Irlanda.

Il concorso ha avuto il patrocinio dell’assessorato alla cultura di Regione Lombardia, del dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport della Repubblica e Cantone Ticino, della comunità di lavoro Regio insubrica e della Camera di commercio di Varese, con la collaborazione ed il sostegno del comitato Premio Claudio De Albertis, Assicurazioni generali Musajo Somma Varese Città Giardino, Il Gigante, Consel, Vox Libri e Writers Magazine Italia.

Da segnalare infine che GialloCeresio verrà premiato il prossimo 6 ottobre all’interno del concorso di idee indetto dall’Associazione Gente di lago e di fiume in collaborazione con La Stampa per la capacità di raccontare e valorizzare i territori delle acque dolci.

Qui potete vedere tutto il servizio fotografico realizzato da Luca Leone

di
Pubblicato il 16 settembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Porto Ceresio - Premiazione GialloCeresio 2019 - foto di Luca Leone 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore