Il Don Milani coinvolge gli studenti di tutt’Italia in modi nuovi di apprendimento

40 delegazioni protagoniste di due sessioni di lavoro proposte dall'istituto tradatese con il progetto “Rethinking Talent” finanziato dal MIUR

progetto scuola digitale alla Liuc

Rethinking Talent: fase conclusiva

Si avvia alla conclusione il progetto “Rethinking Talent” finanziato dal MIUR mediante il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD).

Il progetto, coordinato dall’Istituto Superiore “Don Lorenzo Milani di Tradate, ha visto sino a oggi la partecipazione di quaranta delegazioni composte da due studentesse, due studenti e un docente accompagnatore provenienti da diverse regioni italiane.

Il lavoro si è sviluppato in due sessioni, una all’inizio ed una alla fine dell’estate nelle località di Pian dei Resinelli (LC) e Castellanza (Va) e ha visto come partners formativi l’agenzia InVento Innovation Lab e la Liuc di Castellanza.

A Pian dei Resinelli, dal 8 al 12 settembre, si sono confrontate attraverso la metodologia dell’hackaton le delegazioni provenienti dagli istituti superiori iI.S. Majorana di Seriate (BG), l’I.S. Benini di Melegnano (MI), l’IIS classico artistico di Terni, L’Itet Daverio di Varese, l’IIS De Luca di Avvellino, l’Itis Othoca di Oristano, l’Its Tito Acerbo di Pescara, l’Isiss Don Milani di Tradate (va), l’IIs Racchetti – da Vinci di Crema, L’IIS Volta di Lodi.

I ragazzi sono stati accompagnati dai loro formatori ad esplorare e scoprire gli scenari futuri e le sfide che li attendono attraverso diversi saperi tecnico-scientifici in un percorso multidisciplinare e in un’ottica progettuale utile a sviluppare in loro competenze trasversali.

Al termine della competizione, incentrata sull’ideazione di un modello di imprenditorialità sostenibile, è risultato vincitore il team viola “ReWater” composto dagli studenti Dauti Jessica (I.S. Benini), Di Girolamo Leonardo (Il’Itis Acerbo), Eghaegha Olotu Samuel (l’isi Volta), Moroni Alessio (l’Issi Don Milani) e Russo Celeste (l’Iis De Luca).

A Castellanza, dal 9 al 13 settembre, le delegazioni provenienti dagli istituti superoiri l’Its Tito Acerbo di Pescara, L’Isis Marchetti di Gemona del Friuli (UD)  l’Itis Othoca di Oristano, l’IIS Sobrero di casale Monferrato (AL), L’IIS Galilei di Jesi (AN), ‘ ISS Linusso di Codroipo (UD), L’Itis Deledda-Fabiani di Trieste, L’IIS Duca degli Abruzzi di Elmas (CA), l’ITCS Elsa Morante di Limbiate (MI), l’ITET Einaudi di Bassano del Grappa (VI), hanno partecipato ad una maratona progettuale di prototipazione che nel laboratorio i-Fab della LIUC ha portato alla realizzazione di un prototipo mediante stampante 3D. In questa maratona formatori e tecnici della LIUC hanno utilizzato una modalità di didattica attiva orientata a spronare i ragazzi a far emergere i loro talenti per sviluppare un’idea di business sostenibile per l’ambiente e per realizzare il loro prototipo attraverso il lavoro in team, la predisposizione di un business plan, l’utilizzo di big data, il public speaking.

La competizione è stata vinta dal team “Mafrivelo” composta dagli studenti Khan Muhammad Hassan Raza (ITCS Elsa Morante di Limbiate), Cociancich Martina (Its G. Deledda di Trieste), Bizzotto Leonardo (Itet Einaudi di Bassano del Grappa), Chiacchiarini Sara (IIS Galilei di Jesi), Zamuner Sabrina (ISS J. Linusso di Codroipo).

I vincitori, con i loro docenti accompagnatori, parteciperanno in autunno ad una esperienza residenziale formativa, ma anche ricreativa, in una realtà didattico-scientifica d’eccellenza del nostro territorio.

L’attività formativa “Rethinking Talent” si concluderà oltre i confini nazionali con il progetto “Verso la cittadinanza digitale”. A Bruxelles, dal 30 settembre al 5 ottobre, altre 10 delegazioni di studenti e docenti italiani conosceranno da vicino il cuore delle istituzioni europee , sperimenteranno il processo di costruzione delle regole della casa comune, con lo scopo principale di favorire l’apprendimento interculturale e la diffusione della cittadinanza attiva e partecipata.

L’Istituto Don Lorenzo Milani, che con grande dedizione si è speso nella complessa organizzazione di questi eventi si dice soddisfatto per la loro buona riuscita ed è orgoglioso di aver contribuito alla realizzazione di questi momenti di riflessione condivisa nell’ottica della costruzione di una società più equa, sostenibile e coesa.

A cura dell’ISISS Don Lorenzo Milani di Tradate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore