La lista aggiornata dei farmaci assunti: un’informazione salvavita

Martedì 17 settembre, Ats Insubria propone un convegno dal titolo “Sicurezza delle Cure e della persona assistita"

farmaci

La “Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita”, è stata istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che ha individuato la data del 17 settembre di ogni anno.

ATS Insubria propone un incontro rivolto alle RSA – Residenze Sanitarie Assistenziali e dedicato ai temi della “Sicurezza delle Cure e della persona assistita“, che si svolgerà il prossimo 17 settembre 2019, presso l’Aula Magna Granero-Porati dell’Università degli Studi dell’Insubria in Via J.H. Dunant, 3 a Varese.

«L’evento – spiega il dott. Marco Abbiati responsabile scientifico dell’incontro – andrà ad approfondire i temi relativi alla prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza e sarà centrato sulla diffusione di buone pratiche nelle RSA. La mattinata sarà, inoltre, l’occasione per un focus sulle Raccomandazioni Ministeriali in materia, con particolare riferimento alla gestione e all’utilizzo dei farmaci, oltre alla sicurezza per gli operatori».

I farmaci sono indispensabili per le terapie, ma sono efficaci soltanto se conservati ed assunti in modo corretto; occorre evitarne la somministrazione quando non sono necessari e tener conto dei possibili effetti collaterali e delle interazioni tra diversi farmaci assunti contestualmente.

È importante, quindi, seguire attentamente le indicazioni specifiche del medico curante, osservando modalità, dosi e orari di assunzione.

L’Agenzia Italiana del farmaco – AIFA – stima che oltre il 50% delle persone ultra sessantacinquenni assume tra i 5 e i 9 farmaci al giorno, un ulteriore 10% di soggetti arriva ad oltre 10 farmaci al giorno.

Il rispetto delle prescrizioni da parte dei pazienti e di coloro che li assistono è fondamentale per evitare reazioni avverse indesiderate, con rischi anche molto gravi. Inoltre, può risultare di vitale importanza che il paziente fornisca con immediatezza e precisione il trattamento farmacologico che sta seguendo e conosca le indicazioni relative all’assunzione contemporanea di farmaci omeopatici, fitoterapici e integratori.

ATS Insubria, pertanto, invita “pazienti e le persone che li accompagnano ed assistono, a portare sempre con sé la lista ordinata e aggiornata dei farmaci che si assumono, in modo da poterla mostrare al medico in caso di necessità”. Sul sito di ATS è presente il pieghevole “I miei farmaci – Consapevolezza all’uso dei farmaci” da stampare e utilizzare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore