Il militare aggredito in stazione centrale è bustocco, la solidarietà degli alpini

Il 34enne è originario del quartiere di Sacconago. Ha subito un'aggressione mentre era in servizio in stazione Centrale. Fortunatamente è rimasto ferito lievemente. Indaga il pool antiterrorismo

Stazione Centrale, controlli a tappeto

A riportare in provincia di Varese il grave fatto di cronaca avvenuto a Milano è stata la solidarietà degli alpini bustocchi: Matteo Toia, il militare 34enne ferito durante un’aggressione alla stazione centrale di Milano, è nato e cresciuto a Busto Arsizio e vive a Sacconago, anche se ora era in servizio al quinto reggimento Alpini di Vipiteno e a lui sono andati gli auguri di pronta guarigione del gruppo Alpini bustocco.

Il fatto è avvenuto alle 11 di mattina di martedì 17 settembre alla stazione centrale di Milano quando il militare bustocco è stato colpito alle spalle e ferito con un taglierino alla gola da un ventitreenne yemenita che è stato immediatamente disarmato ed arrestato.

Ad aggravare l’episodio, e a far scattare ulteriori controlli, anche il fatto che il 23enne mentre veniva fermato ha urlato “Allah Akbar”.

Il militare, fortunatamente, è stato ferito solo lievemente ed è stato trasportato in codice verde all’ospedale Fatebenefratelli.

Il pool antiterrorismo di Milano ha aperto un fascicolo d’inchiesta, guidato dal pm Alberto Nobili. Il ventitreenne è stato arrestato su disposizione del pm di turno Luca Gaglio per lesioni e violenza a pubblico ufficiale.

“Solidarieta’ e vicinanza al militare vittima oggi di una grave e inaccettabile aggressione alla Stazione Centrale di Milano” la esprime Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore