“Prendi il volo”, quando la moto cura il male

Una giornata di emozione e divertimento per tanti pazienti che potranno andare in moto insieme al campione Vanni Oddera e ai motociclisti del Motoclub SS33 Sempione

prendi il volo a volandia

Sfrecciare sulla propria motocicletta, il rumore del vento che graffia il viso, sentirsi liberi e pienamente nel mondo: emozioni banali, si potrebbe pensare, ma non se si è malati oncologici o persone disabili.

Proprio per questo, sabato 21 settembre 2019, a Volandia tutto ciò potrà essere possibile grazie alla sinergia tra la farmacia Bossi di Busto Arsizio, il campione mondiale di motocross freestyle Vanni Oddera, Motoclub SS33 Sempione, l’amministrazione di Busto Arsizio, la provincia di Varese e Asst Valle Olona. Il parco e museo del volo di Somma Lombardo offrirà la sua suggestiva cornice per l’evento “Prendi il volo” – a titolo gratuito per i pazienti ed i ragazzi che saranno coinvolti.

«Generosità, emozione e vento in faccia: tre parole che riassumono il senso di questo bellissimo progetto che Volandia ha deciso di sposare con convinzione, perché anche noi, nel nostro piccolo, vogliamo dare un contributo a chi purtroppo soffre e vive simili drammi. Inoltre, l’evento “Prendi il volo” esprime un senso di comunità e condivisione che Volandia ha nel suo dna: se siamo nati e cresciuti nella “provincia con le ali” – culla delle più importanti aziende aeronautiche – è perché ci abbiamo creduto, abbiamo sognato, siamo stati generosi, ci siamo emozionati e continuiamo a farlo, sempre», ha commentato Luciano Azzimonti, vicepresidente di Volandia.

prendi il volo a volandia

L’iniziativa, però, è ascrivibile al progetto “Mai paura: la farmacia oncologica” (un  «punto di riferimento etico – sostiene il sindaco bustocco Emanuele Antonelli – e professionale sul territorio, che ha dato risposte a un bisogno persistente ma spesso purtroppo inascoltato») ideato dalla farmacia Bossi: «Nasce tutto dall’idea di attivare un binario parallelo alla medicina, fornendo supporto e assistenza ai malati oncologici e disabili», spiega la dottoressa Emanuela Bossi, «senza alcun obiettivo di sostituirci chiaramente ai dottori. Vogliamo semplicemente essere un loro riferimento, accompagnando i malati e la loro famiglia, dando consigli anche sul giusto stile di vita». Infatti, oltre allo sportello di ascolto, ai consigli offerti dalla farmacia oncologica, e a molti altri servizi che perseguono quello che loro chiamano “bendessere” – ovvero la promozione di eventi ed iniziative in grado di portare gioia ed emozioni nuove ai pazienti. «Siamo riusciti a generare una rete di volontari impegnati a fare del bene, perché tutti possono farlo», continua Bossi. «L’evento di sabato è stato reso possibile anche grazie a Vanni Oddera, ormai paladino della mototerapia, e ai motociclisti del Motoclub SS33 Sempione che, appena hanno saputo dell’iniziativa, non si sono tirati indietro».

PROGRAMMA

9.30: Ritrovo

10.45: Saluti e benvenuti ai partecipanti

11.00: Mototerapia

13: Pranzo (lunch bag di 4.00€), con degustazione offerta da raviolificio “Lo scoiattolo”

14: Live music a cura della tribute band di Ligabue, EffettoLiga

15.00: Freestyle moto show

16.00: Freestyle moto show

17.00: Sfilata Motoclub SS33 Sempione

 

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 16 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore