I “Campionissimi” dello sport a Varese, ospiti di Alfredo Ambrosetti

Appuntamento su inviti promosso da Alfredo Ambrosetti alle "Ville Ponti": ci saranno la Grande Ignis, Beppe Marotta e tre campioni del mondo di ciclismo per l'omaggio a Felice Gimondi

Il “Pranzo Campioni Gran Fondo”

Per il secondo anno consecutivo, le Ville Ponti di Varese ospitano un evento che, per quanto privato e su invito, riesce a portare in città un numero notevole di grandi personaggi che hanno scritto e stanno scrivendo la storia dello sport.

Grazie all’entusiasmo di Alfredo Ambrosetti infatti, torna l’appuntamento con “Campionissimi”: una occasione conviviale che servirà, tra le altre cose, a rendere omaggio a Felice Gimondi (tra i presenti anche la figlia Norma e il nipote Massimo, al Grande Torino (con Franchino Ossola), a Fausto Coppi nel centenario della nascita e a Livio Berruti, l’oro olimpico di Roma ’60 che sarà in sala per festeggiare i propri ottant’anni. (In alto: foto di gruppo per i presenti all’edizione 2018)

La lista degli ospiti è lunga e preziosa: Ambrosetti ha voluto riunire anche quest’anno gli attori della Grande Ignis (in città c’è anche Bob Morse, sarà presente anche Charlie Yelverton), dare spazio al ciclismo con gli eredi dei fenomeni del lontano passato (famiglie Binda, Coppi, Bartali, Girardengo e Guerra) e con alcuni grandi interpreti del pedale. Ben tre i campioni del mondo: Vittorio Adorni, Beppe Saronni e Mario Cipollini. Tra i tavoli siederà anche un oro olimpico della ginnastica artisica, il brianzolo Igor Cassina mentre per il calcio ci sarà anche l’avignese Beppe Marotta, oggi all’Inter dopo una lunga carriera partita da Masnago e per molti anni trascorsa alla Juventus.

Anche lo sport locale sarà ben rappresentato: ci saranno l’ex corridore Beppe Fezzardi, le star del nuoto di oggi Arianna Castiglioni e Nicolò Martinenghi, il manager della Canottieri Varese Pierpaolo Frattini, due volte alle Olimpiadi. Insomma, un elenco da lustrarsi gli occhi, stilato da un grande conoscitore e amante dello sport quale è Alfredo Ambrosetti, il cui padre fu il principale organizzatore dei primi Mondiali di ciclismo a Varese, quelli del 1951.

di
Pubblicato il 18 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore