Cellule mesenchimali: le nuove frontiere della terapia rigenerativa

La medicina rigenerativa è una particolare branca della medicina, che mira a riparare  cellule, tessuti ed organi, non mediante la sostituzione, come avviene di solito, bensì attraverso l'impiego di tecniche avanzate di rigenerazione cellulare, basate sull'utilizzo delle cellule mesenchimali

vario

La medicina rigenerativa è una particolare branca della medicina, che mira a riparare  cellule, tessuti ed organi, non mediante la sostituzione, come avviene di solito, bensì attraverso l’impiego di tecniche avanzate di rigenerazione cellulare, basate sull’utilizzo delle cellule mesenchimali. Uno dei massimi esperti in Italia per quanto riguardala pratica di questo rivoluzionario trattamento, è il Dott. Carmine Naccari Carlizzi, Ortopedico e Medico dello Sport.

L’importanza delle cellule staminali mesenchimali

Le cellule mesenchimali sono delle cellule staminali adulte multipotenti, che hanno la capacità di produrre i diversi tipi di cellule che compongono il tessuto scheletrico. Sono state isolate dal midollo osseo per la prima volta negli anni ’70, grazie a Friedenstein ed ai suoi collaboratori. Tuttavia, con il passare del tempo sono state rilevate anche in corrispondenza del tessuto adiposo, del sangue periferico, della placenta e del cordone ombelicale.

Tuttavia, il grasso corporeo ha una maggiore facilità di accesso rispetto agli altri tessuti, il che comporta minore dolore ed una ridotta invasività. Inoltre, bisogna considerare che la concentrazione di MSC nel tessuto adiposo è più alta. L’infiltrazione delle cellule staminali mesenchimali è utile, in ambito ortopedico, per trattare difetti cartilaginei focali, lesioni tendinee, tendinopatia cronica ed osteoartrosi precoce. Questo trattamento rigenerativo consente di ridurre il dolore percepito dal paziente e favorisce la guarigione.

Un trattamento rigenerativo delicato che deve essere attuato da un esperto

Nonostante il trapianto delle cellule mesenchimali sia una procedura piuttosto rapida, deve essere attuata al meglio. Per questa ragione è fondamentale affidarsi ad un esperto, come il Dott. Carmine Naccari Carlizzi, che si è distinto in Italia proprio per questo genere di interventi. La procedura deve essere eseguita in un ambiente controllato, che può essere una sala operatoria o un ambulatorio chirurgico.

Le cellule mesenchimali necessarie per favorire le rigenerazione dei tessuti danneggiati vengono prelevate dallo stesso paziente e vengono private dei residui oleosi ed ematici, al fine di prevenire eventuali infiammazioni. Al termine della processazione, le MSC vengono inoculate tramite siringa nella zona da trattare. Nella maggior parte dei casi, poco dopo l’intervento il dolore comincia a diminuire.

Dove è possibile praticare le infiltrazioni di cellule mesenchimali

Infiltrazioni di cellule mesenchimali possono essere praticate in tutte le articolazioni colpite da usura cartilaginea, dovuta all’artrosi (ginocchio, anca, polso, collo, spalla, caviglia, gomito e così via). Inoltre, possono dimostrarsi utili in caso di patologie degenerative dei tendini, lesioni muscolari dovute all’attività sportiva ed interventi ortopedici importanti, in cui è necessaria una rigenerazione più rapida.

Tuttavia, le MSC garantiscono buoni risultati anche nei casi di osteonecrosi della testa del femore, poiché consentono di prevenire l’intervento protesico, che è piuttosto invasivo. Non bisogna dimenticare, poi, che favoriscono l’attecchimento e la guarigione delle porzioni tendinee sottoposte a sutura, in caso di chirurgia della cuffia dei rotatori.

Altro ambito di utilizzo delle cellule staminali mesenchimali è quello relativo al consolidamento delle fratture ossee che hanno difficoltà a rinsaldarsi. Infine, un ulteriore campo d’azione riguarda il trattamento dell’ernia del disco. In questo caso l’intervento è percutaneo e non richiede alcun tipo di incisione. Infatti, viene utilizzato un ago sottile che, entrando nel disco, rilascia le cellule rigeneratrici.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.