Dall’orto del nonno spunta la piantagione di marijuana, denunciato

Per tutti era il vecchietto che curava l'orto ma nel pollaio nascondeva un piccolo segreto: una quindicina di piante di erba pronte per essere essiccate. La scoperta della Polizia

cannabis

Per tutti era il vecchietto che curava l’orto vicino al campo sportivo. Lo vedevano arrivare nel suo terreno, recintato e chiuso con un lucchetto, per coltivare melanzane, peperoni, pomodori, insalata e marijuana.

A scoprirlo sono stati gli agenti del Commissariato che, durante un pattugliamento nel territorio di un comune limitrofo a Legnano, hanno notato alcune piante con le caratteristiche foglie a sette punte spuntare tra i teloni messi a copertura dell’area “nascosta” dell’orto. A far innalzare la soglia di attenzione è stato l’acre odore delle piante che ormai giunte al massimo della fioritura sprigionano l’inconfondibile odore.

Per questo i poliziotti hanno deciso di approfondire e hanno verificato tramite il comando di Polizia Locale chi fosse il proprietario del terreno. Ottenuta l’autorizzazione ad entrare hanno potuto appurare che all’interno del pollaio c’erano 4 fasci di piante di marijuana in fase di essiccazione, altre 4 erano ancora nel terreno e 9 erano a terra.

Per l’uomo è scattata la denuncia a piede libero per produzione, detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore