Il Garante dell’Infanzia promuove a pieni voti il Del Ponte

Visita del Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Lombardia in tutti i reparti pediatrici ammirando il progetto "L'arte che cura"

Visita del Garante dell'Infanzia all'ospedale Del Ponte

Il percorso artistico e di accoglienza dell’Ospedale Del Ponte, realizzato da Il Ponte del Sorriso, è stato oggetto di una visita ufficiale del Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lombardia.

«Sono molto soddisfatto della visita all’Ospedale Filippo Del Ponte di Varese e soprattutto colpito dalla qualità delle cure erogate. E’ davvero notevole come in questo Ospedale si sia riusciti a coniugare l’elevata qualità dell’assistenza clinica offerta dai professionisti ad un ambiente accogliente e rassicurante. Non posso che esprimere i miei più sinceri complimenti a questo fiore all’occhiello della Sanità lombarda» ha detto il dr. Massimo Pagani.

Galleria fotografica

Visita del Garante dell'Infanzia all'ospedale Del Ponte 4 di 7

L’iniziativa del Garante rientra infatti nell’ambito delle funzioni proprie esercitate dall’Authority per la diffusione di una cultura dell’infanzia e dell’adolescenza, finalizzata al riconoscimento dei minori come soggetti titolari di diritti.

Il dr. Massimo Pagani, accompagnato dalla sua stretta collaboratrice dott.ssa Antonella Garofalo, ha dimostrato fin dall’ingresso molto interesse e stupore per quanta attenzione sia stata posta nel creare un ambiente che accolga e rassicuri i bambini.
Emanuela Crivellaro, Presidente de Il Ponte del  Sorriso, ha illustrato all’Authority regionale le caratteristiche e le particolarità dei vari disegni che si susseguono e delle diverse cromaticità che si incontrano lungo i corridoi e nelle stanze di degenza, spiegandone la filosofia e i principi pedagogici che stanno alla base del progetto “L’Are che cura”.

A fare gli onori di casa, erano presenti il Direttore Socio Sanitario dr. Alessandro Ivan Mazzoleni e la dott.ssa Anna Iadini, Direzione Medica.
«Mi ha fatto davvero piacere che il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza di Regione Lombardia abbia espresso tanta soddisfazione dopo aver visitato l’Ospedale Del Ponte, – ha commentato il Direttore generale dell’ASST dei Sette Laghi, Gianni Bonelli – apprezzando sia la qualità dell’assistenza che lì si offre, sia l’accoglienza degli ambienti. E, per questo secondo aspetto, tengo a ringraziare la Fondazione Il Ponte del Sorriso».

Il dr. Massimo Pagani e la dott.ssa Antonella Garofalo hanno potuto ammirare i vari piani, dalla Neuropsichiatria Infantile, ambientata con le isole volanti, per consentire anche ai bambini con disabilità di sognare un mondo senza barriere, al blocco operatorio, dove sono lo spazio e i pianeti i protagonisti per far immaginare ai bambini la sala operatoria come una navetta spaziale, i medici come degli astronauti e l’anestesia come necessaria per affrontare il viaggio dell’intervento. La visita è poi proseguita in Pediatria, soffermandosi ad osservare le pareti, ogni camera, la sala giochi, la scuola, la cucina per i genitori e manifestando approvazione per l’alta qualità di confort che viene garantito ai bambini e alle loro famiglie.

Il giro si è poi concluso con un reparto tecnologicamente molto avanzato, ma anche particolarmente toccante. Il prof. Massimo Agosti, Direttore del Dipartimento della Mamma, della Donna e del Bambino ha, infatti, condotto il Garante in Terapia Intensiva Neonatale, mostrandone gli aspetti tecnici, ma soprattutto umani.
Alla visita hanno partecipato anche Giorgio Arca e Daniele Bonsembiante, rispettivamente Presidenti di Noi per l’Ospedale e Cittadinanza Attiva, e Maddalena Pannunzio, garante della fondazione Il Ponte del Sorriso.

E’ stato un pomeriggio intenso ma carico di emozioni positive per chi deve ogni giorno vegliare sui diritti dei minori da 0 a 18 anni in ogni ambito della loro vita.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Visita del Garante dell'Infanzia all'ospedale Del Ponte 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore