Javorcic, complimenti per la sua Pro Patria: «Vittoria di maturità»

Il tecnico biancoblu è contento dopo la vittoria contro il Lecco. Pagelle: Mastroianni combattente, Lombardoni non sbaglia un intervento

Pro Patria - Lecco

La Pro Patria batte 1-0 il Lecco e si porta a casa una vittoria importante che vale tre punti ma che cancella anche il ko di Arezzo. Al termina della sfida il tecnico dei tigrotti Ivan Javorcic: «E’ stata molto intensa nei primi 15′ minuti. Potevamo trovare il raddoppio nel primo tempo, ma nella ripresa l’abbiamo gestita molto bene nonostante i tanti giovani in campo. Questo è un messaggio: ci sono tanti ragazzi dell’anno scorso ma è una squadra nuova. E’ stata una vittoria di maturità nonostante la giovane età. Oggi mancavano due pilastri della nostra squadra (Colombo e Fietta, ndr) ma tanti ragazzi hanno assorbito l’esperienza mettendola in campo».

«Abbiamo proseguito sulla nostra strada – prosegue mister Javorcic -. Non abbiamo preso gol con Siena e Pianese, abbiamo subito qualcosa con l’Arezzo ma abbiamo dimostrato oggi la nostra solidità. Kolaj si sta dimostrando un giocatore intelligente, ma ha bisogno dei giusti tempi di maturità; non ci sono gerarchie in attacco, i nostri attaccanti stanno facendo tutti bene, tant’è vero che hanno segnato tutti. Brignoli sta crescendo e si è meritato questa chance dal primo minuto. Complimenti ai miei ragazzi e al Lecco, guardiamo avanti con serenità».

Esordio negativo nel risultato per mister Gaetano D’Agostino sulla panchina del Lecco: «Non volevo cambiare totalmente interpreti e concetti rispetto. Solo la partita ti fa rendere conto delle caratteristiche degli uomini a disposizione. Sono concetti che devo mettere perché la squadra deve migliorare, soprattutto nei movimenti della difesa. Il primo gol nasce da un rimpallo ma anche da un posizionamento sbagliato. Non siamo in ritiro, bisogna affrettare i tempi. Da martedì ho bisogno di lavorare con un gruppo di 23 giocatori al massimo. Sono qui con voglia ed entusiasmo, faremo valutazioni sulla rosa e sull’attaccante».

Matteo Battistini è stato una delle colonne della difesa della Pro Patria: «Peccato per la traversa, sarebbe stato un bel gol, ma l’importante era vincere e l0 abbiamo fatto. Credo che abbiamo concesso il minimo indispensabile, non siamo riusciti a raddoppiare ma non abbiamo mai rischiato. Se non prendiamo gol vuol dire che la squadra ha fatto bene, soprattutto in partite come queste. Gestire il vantaggio è fondamentale per noi. Anche l’anno scorso abbiamo fatto un bel campionato, quest’anno è un’altra storia. Siamo partiti in bilico e ora arriviamo da qualche partita senza subire gol».

[id lefoto=761987]

PAGELLE

TORNAGHI 6,5: Non deve compiere parate miracolose ma dà sempre sicurezza al reparto

BATTISTINI 6,5: Nel primo tempo prende una traversa dopo 3′ e  salva sulla riga il possibile pareggio del Lecco. Partita di carattere

LOMBARDONI 7: Non sbaglia un intervento, bravo in anticipo e anche sui duelli aerei

BOFFELLI 6,5: Preciso come al solito, Strambelli nel primo tempo lo fa faticare

SPIZZICHINO 6: Meglio dalla metà campo in su, dove riesce a costruire buone soluzioni
Cottarelli 6: Entra con buon piglio, nel recupero è protagonista di una grande cavalcata sulla destra che però Mastroianni non sfrutta

BRIGNOLI 6,5: Esordio dal primo minuto molto buono per il classe ’99. Va anche vicino al gol in due occasioni ma Safarikas gli nega la gioia. Sfortunato a infortunarsi nel finale di prima frazione
Palesi 6: Parte da mezzala, viene chiamato a fare il regista dopo l’uscita di Bertoni. C’è fisicamente, potrebbe osare un po’ di più

BERTONI 6: Gara ruvida, lui prova a mettere ordine ma non sempre ci riesce
Pedone 6: Un paio di spunti molto interessanti, poi tanta corsa per aiutare la squadra

GHIOLDI 6,5: Sempre meglio, cresce partita dopo partita. Anche oggi dà segnali di miglioramento
Masetti 6: Un paio di discese sulla sinistra ma anche tanto

GALLI 6: Bene sia a sinistra nel primo tempo, sia da mezzala nella ripresa. Serve però maggiore lucidità in attacco

LE NOCI 6,5: Il gol nasce da una sua invenzione, poi tanti tocchi poco appariscenti ma molto importanti
Kolaj 6,5: Un paio di giocate che trovano gli applausi dello “Speroni”. Bravo anche a tenere palla in attacco quando serve

MASTROIANNI 7: Trova il gol partita e lotta per tutto il tempo con grande sacrificio. Peccato per l’occasione sprecata nel finale, sarebbe stata la ciliegina sulla torta

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 06 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore