Per le famiglie delle ragazze aggredite un sospiro di sollievo dopo giorni difficili

Dopo tre giorni di tensioni hanno ricevuto la notizia del fermo del responsabile dell’aggressione. Le due ragazze di 14 e 15 anni hanno dovuto ricorrere alle cure anche di uno psicologo per tentare di superare la paura di quei momenti

polizia procura varese

Hanno vissuto giorni difficili, complicati, pieni di tensione e domande. Ora finalmente possono tirare un sospiro di sollievo.

Sono le famiglie delle due ragazze aggredite nella notte di sabato: finalmente, dopo tre giorni di attesa, hanno ricevuto la notizia del fermo del responsabile dell’aggressione, in attesa di conoscere i dettagli su chi sia.

Le due ragazze di 14 e 15 anni hanno dovuto ricorrere alle cure anche di uno psicologo per tentare di superare la paura di quei momenti. Per una delle due ci sono anche le ferite in viso e sul braccio, guaribili in qualche settimana, mentre il terrore dovuto all’aggressione resterà a lungo.

Di sicuro c’è la soddisfazione da parte loro e da parte dei loro famigliari di sapere che la persona che ha gridato “Vi ammazzo” ferendo una 15enne con un coltello è stato assicurato alla giustizia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore