Regione Lombardia sostiene gli investimenti nel settore viticolo

Previsti fondi per l'acquisto delle strumentazioni necessarie, la creazione di siti per il commercio online e le sale degustazioni

È tempo di vendemmia a Casciago

 La Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, le linee guida per l’applicazione della ‘Misura Investimenti’ nel settore vitivinicolo in Lombardia.

FONDI ANCHE PER STRUMENTAZIONI – “I fondi della misura Ocm vino – ha detto Rolfi – finanzieranno anchevino. Con queste norme aumenteremo la competitivita’ dei produttori di vino, adeguando la misura alle richieste di mercato”.

SOGGETTI AMMISSIBILI – I soggetti ammissibili a contributo sono le micro, piccole e medie imprese agricole e di trasformazione e le grandi imprese che occupano meno di 750 persone con fatturato inferiore a 200 milioni di euro.

LE PRINCIPALI AZIONI – Le principali azioni previste nell’ambito della Misura Investimenti sono:
– nuova costruzione, ristrutturazione, restauro o risanamento conservativo di fabbricati adibiti alla trasformazione, alla commercializzazione o vendita diretta, a magazzini, a sale di degustazione e a uffici aziendali
– realizzazione di impianti e acquisto di dotazioni fisse per la produzione, lavorazione e conservazione o per la trasformazione, confezionamento e commercializzazione dei prodotti vinicoli
– acquisto di recipienti per l’affinamento del vino
– acquisto di macchine e/o attrezzature mobili innovative
– allestimento di punti vendita al dettaglio
– allestimento di sale degustazione
– dotazioni utili per l’ufficio
– creazione e aggiornamento di siti dedicati all’e-commerce.

LIMITI E TETTO SPESE AMMISSIBILI – L’importo complessivo delle spese ammissibili non puo’ essere inferiore a 5.000 euro ne’ superiore a 200.000, pena la non ammissibilita’ della domanda. Il contributo massimo concedibile e’ pari al 40 per cento della spesa ammissibile per le micro, piccole e medie imprese agricole e di trasformazione mentre e’ del 20 per cento per le grandi imprese. L’operazione puo’ avere durata annuale o biennale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore