Si avvicinano le elezioni al Parco Ticino, la Provincia candida il leghista Matteo Zantomio

Il prossimo 25 ottobre gli enti locali che compongono la comunità dell'ente sono chiamati ad eleggere il nuovo presidente e i membri del comitato di Gestione

provincia di varese villa recalcati

Il prossimo 25 ottobre gli enti locali che compongono la comunità Parco Lombardo della Valle del Ticino sono chiamati ad eleggere il nuovo presidente e i membri del comitato di Gestione dell’ente.

L’elezione, che si svolgerà al Centro Parco La Fagiana – Pontevecchio di Magenta è una partita che si gioca fra più territori provinciali: fanno parte della comunità del Parco 47 comuni (solo 13 dei quali della provincia di Varese) oltre alla Città metropolitana di Milano e le province di Pavia e Varese.

Nella partita politica, ma la conta dei voti la si sta facendo in queste ore, il centrodestra punta ad ottenere quattro dei cinque componenti previsti. Si tratta di un asse “pavia-centrico” ma la Lega varesina vorrebbe ottenere un suo uomo all’interno del consiglio. Si tratta di Matteo Zantomio, consigliere comunale leghista di Somma Lombardo, indicato ufficialmente quale candidato per la nomina sia di componente del Consiglio di Gestione sia di Presidente dalla Provincia di Varese.

Diversa la strategia del Partito Democratico che sta valutando opzioni condivise con Milano e Pavia per, come trapela dalla segreteria provinciale, “offrire proposte valide alla guida del Parco che rappresenta un Ente sovraprovinciale di rilevanza fondamentale per la Lombardia senza rifugiarsi in aridi campanilismi e provincialismi”.

È attesa a ore la pubblicazione di tutte le candidature, così come previsto dallo statuto, in vista dell’elezione del 25 ottobre.

Oggi il Parco ha un consiglio di gestione composto da Cristina Chiappa (vice presidente), Maddalena Gioia Gibelli e Fabio Signorelli. Il Cda dell’ente lo scorso luglio, ad appena un anno dall’insediamento, era rimasto orfano del presidente Beltrami e del vice Fracassi, eletti a sindaco rispettivamente di Besate e Pavia . (si tratta di cariche incompatibili).

Il Consiglio di Gestione è composto dal Presidente e da 4 consiglieri eletti dalla Comunità del Parco, uno dei quali su designazione della Giunta Regionale, scelti tra coloro che hanno i requisiti per l’elezione a Consigliere comunale e che, per studi compiuti, per esperienze lavorative maturate, per cariche pubbliche ricoperte, abbiano acquisito una speciale competenza tecnica o amministrativa.

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore