Fa sparire 350 mila euro dai conti di un’anziana, commercialista nel mirino delle Iene

I parenti di una facoltosa signora di Busto, scomparsa nel 2017, contestano a Fabrizio Lepre la sparizione di una parte del patrimonio della donna. Una collega denuncia: "Lo sta facendo con altri"

fabrizio lepre commercialista le iene

Che fine hanno fatto i 350 mila euro della signora Piera, facoltosa signora di Busto Arsizio scomparsa a febbraio del 2017? Se lo chiede Luigi Pelazza, giornalista della nota trasmissione televisiva Le Iene, in un servizio andato in onda ieri sera durante la trasmissione di Italia Uno.

La iena è venuta fino a Busto Arsizio quest’estate per incontrare il commercialista della signora defunta, tal Fabrizio Lepre, già sospeso dall’Ordine dei Commercialisti e del quale una collega di Busto Arsizio, intervistata a volto coperto, ha detto che lo ha fatto e continua a farlo e cioè appropriarsi dei patrimoni di persone che si affidano a lui per la gestione.

Il caso denunciato da Pelazza è stato svelato da un parente della signora che vive a Verona, Michele, il quale racconta di come negli ultimi due anni di vita e anche nelle settimane successive alla morte, dai conti e dagli investimenti dell’anziana siano spariti qualcosa come 350 mila euro dei quali nessuno ha più traccia.

Stranissimo per una signora che aveva uno stile di vita da circa 20 mila euro l’anno e ancora più assurdo se si pensa che il giorno della sua morte siano stati prelevati 2000 euro in contanti e 27.500 euro per delle cure che, naturalmente, non avrebbe potuto eseguire in quanto morta da qualche ora. Altri 60 mila euro provenienti da un’assicurazione che la donna aveva intestato a sé sono spariti nelle settimane successive al decesso.

Michele, una volta accortosi degli ammanchi, ha provato a contattare un avvocato – come racconta a Le Iene – ma si sarebbe sentito dire che non avrebbe potuto recuperare un centesimo dei soldi che sarebbero stati sottratti. Nonostante questo ha voluto far emergere la vicenda per evitare che altre persone possano trovarsi nella stessa situazione.

Pelazza ha provato a chiedere spiegazioni all’uomo, inseguendolo proprio all’interno della sede dell’Ordine dei Commercialisti dove era stato convocato per una procedura disciplinare nei suoi confronti, ma lui non ha voluto rispondere alle domande dell’intervistatore, sgusciando via a bordo di un’auto guidata da un amico.

QUI IL SERVIZIO COMPLETO

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore