Un paese, il suo fiume: un convegno per ricordare l’importanza dell’ambiente

Il Torregione e le sue risorgive: lo spaccato storico naturalistico di un percorso di straordinaria bellezza

Avarie

Si è svolto domenica 20 ottobre il convegno “Duno, Natura e Territorio” a Duno, nel salone Giorgio Borgato, per l’occasione completamente pieno di partecipanti, che aveva come obbettivo un momento di riflessione e di spunti sull’ambiente e sul carsismo delle montagne attorno al paese di Duno.

Presenti anche alcuni sindaci della valle, il convegno è stato aperto da Aldo Zamignan, coordinatore del gruppo che sta studiando il carsismo nelle grotte del San Martino e valente speleologo di lunga esperienza, il quale ha esposto il lavoro svolto dal gruppo “7Gradi Divers”, guidato da Romano Rampazzo, in collaborazione con lo Speleo Club Valceresio, condotto da Ferruccio Tomasi, e con l’ Associazione Prometeo Ricerche, di Gigi Casati, riguardante lo studio del sistema di grotte del Monte San Martino, con punto focale sulla Risorgiva del Torregione, dalla quale sgorgano le acque che si raccolgono e vi confluiscono dalla montagna.

E’ stato ricordato come questo lavoro, esposto con filmati spettacolari e di alta qualità, nonché con cartografie tridimensionali, sia il proseguo del lavoro fatto negli anni 70 e 80 dallo speleologo Paolo Amedeo (presente in sala).

I presenti hanno potuto, con l’ ausilio delle proiezioni e delle cartografie tridimensionali, rendersi conto della complessità del sistema di grotte, nonchè della fragilità dell’ ambiente che le circonda, e che sta alla base della raccolta delle acque che poi, sgorgando dalla Risorgiva del Torregione, contribuiscono a dissetare i paesi di Duno e di Cuveglio.

Da qui l ‘importanza di richiamare tutti, dalle Istituzioni alla popolazione, al rispetto per l’ambiente che ci circonda, rispetto che contribuisce in maniera determinante alla qualità delle acque di cui tutti poi usufruiscono.

L’intervento di Gianni Moschen, ex graduato del Corpo Forestale dello Stato di grande esperienza, il quale ha operato per decenni in queste zone, è stato centrato proprio sulla importanza di mantenere i boschi delle nostre montagne in perfetta salute, sia tornando ad occuparsi di essi in maniera metodica e programmata, sia analizzando quali siano i limiti di sostenibilità in tipologia e in numeri della fauna presente sulle nostre montagne, sia autoctona che non autoctona, andando a trovare delle forme di coesistenza che possano portare ad avere dei boschi (e di conseguenza un sistema di raccolta delle acque) in perfetto stato.

Grande l’interesse dei presenti su questi aspetti, con domande sul tema, che denota la sensibilità delle popolazioni dei piccoli centri riguardo l’ambiente che le circonda.

Il convegno è poi proseguito con l’ intervento di Francesca Boldrini, scrittrice e storica, che ha presentato un interessante lavoro di ricerca sulla storia del Torregione e sulla sua risorgiva, illustrando con documenti e foto d’epoca il percorso che ha portato il Torregione da sorgente dove le popolazioni si recavano ad attingere acqua al sistema di acquedotto attuale, che fornisce Duno e Cuveglio.

La serata si è chiusa con il saluto del sindaco di Duno Marco Dolce e di Cuveglio Franco Paglia, e con l’augurio che queste tematiche sollevate, riguardanti l’intero sistema delle montagne della Valle, trovino spazio ed analisi nelle sedi Istituzionali opportune.

Il sindaco Marco Dolce ha ricordato inoltre che non è consentito l’accesso a non autorizzati alla Risorgiva del Torregione, proprio per i motivi di sicurezza e qualità delle acque che da esso sgorgano.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.