Come viviamo il tempo? Se ne parla con lo psicoterapeuta Giulio Fontò

L'incontro è in programma per venerdì 25 ottobre alle ore 20.30. Lo psicoterapeuta sarà ospite dello “spazio Grotta”

Generico 2018

Venerdì 25 ottobre alle ore 20.30 sarà ospite dello “spazio Grotta” (via Vergani 1 Varese) Giulio Fontò per la conferenza dal titolo “Come viviamo il tempo? Accelerazione e nuove sofferenze per l’uomo ipermoderno”.

Siamo di fronte ad uno straordinario mutamento sociale, culturale e psicologico che sta determinando una nuova e diversa percezione del nostro tempo nella vita. Non viviamo più un tempo sin-cronico, in armonia con noi stessi e con la natura, bensì viviamo un tempo dis-cronico: il tempo che non basta, il tempo che non resta, il tempo che ci assilla anziché contenerci e ristorarci, sono alcuni dei vissuti che tutti condividiamo in quest’epoca iper-accelerata. Questa mutazione è anche all’origine di nuove forme di sofferenza sociale e psicologica per l’uomo del XXI° secolo. Giulio Fontò evidenzierà le criticità soffermandosi su alcune parti del suo recente libro “Considerazioni fenomenologiche attuali” (Ed. Apeiron 2019).

Psicologo e psicoterapeuta, Giulio Fontò è fondatore e presidente onorario dell’associazione Apeiròn-Milano, Da oltre trent’anni si occupa di formazione professionale in ambito sanitario ed educativo.

A introdurre la serata per Totem Andrea Braga. La serata è il primo appuntamento del ciclo di incontri, pubblici e gratuiti, Discorsi di psicologia, proposti da Totem alla cittadinanza con il fine di condividere una sensibilità psicologica attenta e utile alla vita quotidiana, alle sue urgenze, alle sue sfide e richieste.

Di tema in tema, il desiderio è quello di promuovere un benessere autentico che dal singolo possa diffondersi al vivere e al convivere comuni. Totem, agenzia sociale ed educativa attiva sul territorio, avverte il bisogno crescente tra le persone di un orientamento concreto a forme reali di serenità, nella speranza di raggiungere una cura del vivere sempre più improntata al rispetto e alla ricerca di un sincero e reciproco benessere. Prossimo appuntamento il 29 novembre 2019 con il Prof. Raffaele Mantegazza per un incontro dal titolo “Nascere, morire (e quel che c’è in mezzo) – Educare al senso del limite e del mistero”.

Il ciclo di incontri Discorsi di psicologia esprime il desiderio di Totem di contribuire al sostegno di questa speranza. Il percorso è patrocinato dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia, da IACP, Istituto Approccio Centrato sulla Persona di Milano e dal Comune di Varese.

Per ulteriori informazioni > Cooperativa Totem 0332 331050
www.cooptotem.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore