Quantcast

“Adesso lavoriamo sul turismo, il commercio vero viene da lì”

I parcheggi gratis in zona semicentrale per Natale continuano a fare discutere i commercianti. Dopo il commento del fiduciario Ascom di Varese, abbiamo raccolto quelli di altre due rappresentanti della categoria

Corso Matteotti

I parcheggi gratis in zona semicentrale per Natale continuano a fare discutere i commercianti. Una notizia che viene presa con interesse, ma senza troppa passione: sembrerebbe ormai senso comune, sentendo i rappresentanti delle associazione, che il problema del commercio è molto più ampio di così.

Dopo il commento del fiduciario Ascom di Varese, Marco Parravicini, abbiamo raccolto i commenti di altre due rappresentanti della categoria. «Direi che come notizia è già qualcosa – spiega senza troppo trasporto Graziella Roncati, storica commerciante varesina, vicepresidente Aime Varese (e perciò al tavolo con il comune) nonchè una dei commercianti che hanno seguito, invano, il consiglio comunale di lunedi scorso – Almeno proviamo a vedere se può dare un po’ di ossigeno a questo annoso problema. Se non altro, con questa proposta, l’ Amministrazione dimostra di capire che per l’affluenza in centro i parcheggi sono vitali e prova a fare qualcosa».

Ma c’è chi anche non è della stessa idea: «Innanzitutto, si può parlare di parcheggi gratis per tutti ma se il posto non c’è è un parlare inutile. Prima delle richieste, bisogna valutare se ci sono le soluzioni». Per Rosita De Fino, direttore di Confesercenti, più dei costi della sosta infatti contano i permessi residenti: «Per trovare parcheggi ci sono altre alternative: da mesi dico all’amministrazione di togliere o cambiare le regole di parcheggio per i residenti. Chessò, aumentare il numero delle vie dove i residenti possono parcheggiare. Comunque, ben vengano le zone verdi gratuite nel weekend, ma poi cerchiamo altre soluzioni»

Qual è dunque la ricetta per rianimare il commercio a Varese? «Bisogna andare oltre le semplici necessità dei residenti, e lavorare sul turismo: perchè è il turista che, al di là della passeggiata in centro, è più disponibile a comprate. E da più lontano arriva, meglio è. Per questo la nostra proposta è: lavorate sulle partnership, fate navette, investite nell’incoming, perchè è quella ridarà linfa al commercio e all’economia».

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 07 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore