“Culturando si cresce”: Busto per i 30 anni della Convenzione sui diritti dell’infanzia

La città dedica un'intera settimana alla giornata dell'infanzia e dell'adolescenza con una serie di eventi dedicati al "diritto dei bambini a partecipare alla vita culturale e artistica"

Generico 2018

In occasione della Giornata Mondiale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che si celebra il 20 novembre, l’Amministrazione Comunale e numerose realtà del territorio propongono dal 18 al 24 novembre una rassegna di eventi e incontri con l’intento di dedicare maggiore attenzione e ampliare la riflessione sui diritti, i bisogni e le richieste dei minori.

Il titolo scelto per questa edizione della Settimana dedicata all’Infanzia e all’Adolescenza è Culturando si cresce”, nella convinzione che i bambini abbiano diritto a partecipare alla cultura in tutte le sue forme ed espressioni, a poterne fruire, a praticare esperienze culturali e a condividerle con la famiglia, le strutture educative, la comunità, al di là delle condizioni economiche e sociali di appartenenza.

Così, nel celebrare la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza firmata 30 anni fa da 189 paesi nel mondo, la città di Busto sceglie di concentrarsi sull’articolo 31: “Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale e artistica”, si legge nel comma 1. E poi: “Gli Stati parti rispettano e favoriscono il diritto del fanciullo di partecipare pienamente alla vita culturale e artistica e incoraggiano l’organizzazione, in condizioni di uguaglianza, di mezzi appropriati di divertimento e di attività ricreative, artistiche e culturali.”

In programma una mostra di “Autoritratti di adolescenza” in biblioteca, quello sui burattini al Teatro Sociale e poi spettacoli, incontri, giochi e laboratori per tutti i gusti e tutte le età sino alla proposta di trascorrere un’intera notte tra gli scaffali della biblioteca (qui tutto il programma)

“Sarà una settimana intesa di eventi – ha commentato la vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli – una settimana in cui emergerà come la cultura sia un contenitore di valori e nello stesso tempo un contenuto in sé di bellezza e sapere. Tutti i bambini hanno diritto di accedere alla cultura, come elemento di crescita personale che a sua volta fa crescere la collettività e rappresenta un baluardo contro il degrado”.

“Come rispondere al vuoto esistenziale che alcuni giovani cercano di riempire in modo improprio? – chiede l’assessore all’Inclusione sociale Osvaldo Attolini – Investendo in cultura, educazione, informazione, prevenzione attraverso eventi come quelli che sono stati organizzati per questa settimana”.

Durante la settimana Agesp Attività strumentali organizza nelle farmacie comunali una raccolta di farmaci da banco dedicati ai più piccini da donare alle case di accoglienza per minori del territorio e alle famiglie bisognose.
Per informazioni: settimanainfanzia2019@comune.bustoarsizio.va.it

di
Pubblicato il 15 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore