Giornata nazionale del Parkinson, concerto al Salone Estense

L'iniziativa è in programma sabato sera, 30 novembre con ingresso gratuito

Concerto

Un grande concerto gratuito sabato sera alle 20.30 al Salone Estense. E poi tante iniziative per la Giornata nazionale del Parkinson molti eventi intrapresi nella giornata di sabato, presso ospedali e strutture sanitarie convenzionate, eventi che continueranno in loco nelle giornate successive con approfondimenti dedicati alle famiglie e ai malati. A Varese, nella sede dell’AsPi di via Maspero open day per illustrare i servizi a favore delle famiglie. A Tradate, Ospedale Galmarini, reparto neurologia, incontro conoscitivo sulla malattia con i medici dott. Uccellini e Cosentino, ricercatore dell’Università dell’Insubria. Dalle ore 10 alle 13, alla Casa di cura le Terrazze di Cunardo, si parla di arteterapia e riabilitazione, alla fondazione Borghi di Brebbia si approfondisce l’alimentazione con evidenze cliniche; a Cassano Magnago, teatro S.Carlo, ieri sera l’incontro formativo “non solo medicine”, mentre a Legnano-Palazzo Leone da Perego giornata sulla malattia, mentre all’ospedale di Garbagnate Milanese si fa chiarezza su Parkinson, cannabis e yoga.

E’ dal 2011 che la giornata nazionale Parkinson si celebra a Varese con un concerto prestigioso. Così avverrà stasera, ore 20.30, entrata libera, al Salone Estense del Comune di Varese, dove si ricorderà la figura del medico varesino e ricercatrice parkinsonologa Emilia Martignoni, scomparsa otto anni fa. La sua famiglia e l’Associazione Parkinson Insubria hanno invitato ad eseguire celebri brani di Mozart, Schumann, Wieniawski e Bach al violino e pianoforte tre grandi esecutori: Guido e Giulia Maria Rimonda, Ilaria Cavalleri.

Concerto ed iniziative concrete per la giornata servono per sensibilizzare famiglie, medici ed enti sanitari verso la ricerca farmacologica, incentivando cure terapeutiche ma anche riabilitazioni ed una lunga serie di servizi alle famiglie dei 5000 malati che As.PI svolge e coordina con dinamismo dall’inizio degli anni Novanta: le più diffuse sono la logopedia, l’arteterapia, yoga, danza terapia, ginnastica dolce, corsi di mutuo aiuto, lezioni su alimentazione ecc.

Oggi, per tutta la giornata, sono in programma numerosi momenti concreti di dialogo tra neurologi specialisti in Parkinson, malati e famiglie: incontri tematici si tengono nel weekend nella sede AsPI di Via Maspero a Varese, all’ospedale Galmarini di Tradate, alla casa di cura Le Terrazze di Cunardo, alla fondazione Borghi di Brebbia, all’ospedale di Garbagnate Milanese, a Cassano Magnago e a Legnano.

Presentando le iniziative e il concerto di stasera, Mario Pennisi, cofondatore dell’AsPI Varese ha precisato: “La musica, l’arte, la danza terapia sono elementi che la Prof. Emilia Martignoni studiò a fondo, oltre alle terapie farmacologiche e chirurgiche contro il Parkinson. Noi dobbiamo proseguire quel suo cammino virtuoso sensibilizzando istituzioni e famiglie”. “Il Parkinson è una malattia degenerativa che non tende ad arrestarsi anzi si diffonde sempre più – ha precisato Margherita Uslenghi, presidente dell’associazione che con dinamismo si interfaccia con enti, strutture sanitarie e famiglie -. Il numero dei malati aumenta, con esordi della malattia ad età sempre più basse”.

Il gran finale della giornata nella Città giardino dove, alle ore 20.30, entrata gratuita, As.PI e la famiglia del medico parkinsonologo varesino Emilia Martignoni (scomparsa nel marzo 2011 e cofondatrice dell’associazione) offrono un concerto ormai divenuto un classico di fine novembre: Guido e Giulia Maria Rimonda, Ilaria Cavalleri eseguiranno celebri brani di Mozart, Schumann, Wieniawski e Bach al violino e pianoforte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore