Lavori alle caldaie della Sacco conclusi tra pochi giorni. Domani le lezioni sono alla Salvenimi

Quasi ultimato l’intervento straordinario sulle caldaie. I tecnici sono al lavoro per ripristinare il completo funzionamento del riscaldamento centralizzato

Generico 2018

Riceviamo e pubblichiamo

Il Comune di Varese informa che domani le lezioni della scuola Sacco proseguiranno alla vicina Salvemini. Le comunicazioni ai genitori sono già state inviate, a partire da ieri, da parte della dirigente che ha provveduto ad informare le famiglie.

Stanno proseguendo infatti i lavori per cambiare le caldaie per avere nuovi sistemi efficienti e garantire il massimo confort dei ragazzi nelle scuole. I lavori alla “Foscolo” si sono conclusi la scorsa settimana e l’impianto funziona regolarmente. Alla Sacco invece, l’intervento richiederà ancora qualche giorno per consentire ai tecnici di ripristinare il completo funzionamento del riscaldamento centralizzato.

Un doppio intervento dunque, quello messo in campo dal Comune, che ha visto coinvolte le primarie “Ugo Foscolo” e “Luigi Sacco”, prima che arrivi il freddo, per sostituire impianti che non funzionavano adeguatamente. Questo perché sei anni fa, nel 2013, queste due caldaie non furono installate a regola d’arte e nelle ultime settimane avevano presentato qualche problema di troppo che l’amministrazione ha deciso di eliminare definitivamente.

“Abbiamo preferito garantire lezioni al caldo per i nostri studenti e quindi proseguire anche domani con il trasferimento alla Salvemini – spiega l’assessore ai Servizi educativi Rossella Dimaggio – in attesa che l’impianto torni al completo funzionamento. Parliamo comunque – precisa l’assessore – di due tra le ventisei centrali termiche adeguate nel 2013. In queste due scuole purtroppo i lavori non furono eseguiti nel migliore dei modi. Per questo abbiamo deciso di intervenire in via straordinaria ma radicale. Per evitare di trovarci in pieno inverno, con le temperature molto più basse, ma con impianti spenti e aule fredde. Per questo chiediamo ancora un po’ di pazienza ai genitori della Sacco, perché stiamo lavorando proprio per evitare che queste situazioni si ripetano in futuro”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore