“L’importanza di chiamarsi Ernest”: a Gerenzano arriva Oscar Wilde

Sabato 23 novembre al teatro San Filippo Neri, lo spettacolo tratto dalla commedia del noto scrittore e poeta irlandese interpretato dalla compagnia teatrale “FuoriScena”

Generico 2018

Un viaggio tra la storia e la letteratura inglese di fine 800, nell’atmosfera della Londra vittoriana intrisa di problemi sociali e nella quale emerse la figura di Oscar Wilde, celebre scrittore e “poeta maledetto”.

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Gerenzano propone, sabato 23 novembre alle ore 21 presso il teatro parrocchiale San Filippo Neri di piazza De Gasperi, lo spettacolo teatrale “L’importanza di chiamarsi Ernest”, tratto dalla commedia di Wilde e inscenato dalla compagnia teatrale “FuoriScena”.

Una “commedia frivola per persone serie”, tanto sarcastica quanto delicata, come delicate sono le tematiche che l’opera tratta, ricca di situazioni comiche e imbarazzanti, ma pregna allo stesso tempo di contenuti legati alle problematiche della società di quel tempo. Una commedia ad oggi ancora amata, così come lo era, ed è tutt’ora, il personaggio di Ernesto, il protagonista, l’uomo irresistibile che tutte le dame inglesi avrebbero voluto avere. La regia sarà di Marco Bartolini, mentre le musiche sono affidate a Marco Castelli. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

di
Pubblicato il 15 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore