Omicidio Mendola, assolto l’imprenditore accusato di essere il mandante

Secondo la corte d’Assise di Novara Giuseppe Cauchi non ha commesso il fatto avvenuto nei boschi di Pombia nella notte del 4 aprile 2017

matteo mendola

L’imprenditore gelese, residente a Busto Arsizio, Giuseppe Cauchi è stato assolto questa mattina, venerdì 22 novembre, dall’accusa di essere il mandante dell’omicidio di Matteo Mendola, avvenuto nei boschi di Pombia nella notte del 4 aprile 2017. A deciderlo la Corte d’Assise del Tribunale di Novara.

Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna all’ergastolo per Cauchi,  accusato di essere il mandante dell’uccisione del trentenne di Busto Arsizio. A premere il grilletto fu Antonio Lembo con la complicità di Angelo Mancino (che scrisse una lettera a Varesenews) condannati in primo grado a 30 anni di reclusione.

Proprio Lembo accusò Cauchi di essere il mandante per poi non ricordare nulla nel confronto in aula. E proprio questo tentennamento sarebbero alla base della decisione della Corte d’Assise di Novara che ha deciso di assolverlo.

Soddisfazione è stata espressa dai legali dell’imprenditore 53enne, Cosimo Palumbo e Flavio Sinatra, mentre i parenti di Mendola hanno protestato in maniera vibrante alla lettura del dispositivo da parte del presidente della corte. Cauchi, dunque, torna ad essere un uomo libero con il decadimento della misura dell’obbligo di dimora. L’uomo era già uscito di prigione un anno fa per scadenza dei termini di custodia.

Probabile il ricorso del pubblico ministero in Appello mentre si dovranno attendere 90 giorni per il deposito delle motivazioni di una sentenza che farà rumore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore