Pro Patria – Alessandria, sfida storica che i tigrotti non possono sbagliare

Domenica 10 novembre ore 17.30 i biancloblu ospiteranno allo "Speroni" i grigi. Javorcic: «Sarà una bella partita»

Pro Patria - Pro Vercelli

Dopo l’impresa al “Brianteo” di mercoledì, è tempo per la Pro Patria di rifocalizzarsi sul campionato, magari per ritrovare quella vittoria che manca da quasi un mese, da quando i tigrotti portarono a casa tre punti da Olbia.

In mezzo quattro buonissime prestazioni nelle quali però la squadra di mister Ivan Javorcic ha messo in cassaforte due punti contro Pro Vercelli e Como e incassato altrettante sconfitte con Carrarese e Pontedera.

Adesso la sfida dal gusto storico con l’Alessandria (domenica 10 novembre ore 17.30) cade a fagiolo per ricalibrare le forze. Proprio sulle  prestazioni di Como e Monza è tornato l’allenatore croato, che parla di «messaggi importanti della squadra per quanto riguarda una certa solidità difensiva, e sul lato del carattere che hanno mostrato i giocatori. A Como siamo anche andati vicini alla vittoria, dobbiamo consolidarci con partite del genere e translare lo straordinario in normalità. A Monza si è vista la nostra essenza, il frutto del lavoro quotidiano sul campo ma anche della nostra filosofia, che è quella di tenere lo stesso approccio per ogni partita, essere noi stessi e cercare di vincere sempre».

Passando al domani, Javorcic non nasconde qualche dubbio di formazione visti gli acciacchi di Cottarelli e Ghioldi: a grandi linee l’undici che dovrebbe scendere in campo sarà composto dai tre alfieri della difesa (Battistini, Lombardoni e Boffelli), Bertoni a gestire un centrocampo rimodulato con Masetti, Colombo (recuperato), Fietta e Spizzichino. Davanti probabile spazio per Kolaj al fianco di Mastroianni.

«L’Alessandria è una squadra strutturata – prosegue Javorcic -, non sarà per niente facile esprimere il nostro gioco, ma ci faremo trovare pronti e sono sicuro che sarà una bella partita per gli spunti che ci riserverà. Kolaj ha già fatto vedere di che pasta è fatto, la sua imprevedibilità ci dà un’arma che ci mancava. Il mio lavoro sta nel saper indirizzare la sua anarchia, ma non nel deformarla, perché l’imprevedibilità di un giocatore è un patrimonio per la squadra e il calcio vive di questi calciatori».

Il wonderkid lunedì risponderà presente alla chiamata della nazionale Under 21 albanese, con la quale sarà impegnato venerdì nella sfida con i pari età dell’Inghilterra per le qualificazioni all’Europeo di categoria.

DIRETTAVN – La diretta di VareseNews è già iniziata. Potrete come sempre commentare in tempo reale e interagire con gli hashtag #DirettaVn e #ProPatriaAlessandria sui social.

di
Pubblicato il 09 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore