Bellaria: “Bene gli investimenti sull’ospedale. Ma non si riducano i servizi”

Il sindaco di Somma benedice gli investimenti di 25 milioni previsti per il Bellini. Ma avverte: “I reparti di riabilitazione cardiologica e dell’oculistica mancano nel progetto. Vanno confermate”

giunta bellaria somma lombardo

«Se regione Lombardia intende investire 25 milioni sull’ospedale Bellini, vorrebbe dire rimetterlo completamente a nuovo; sarebbe più che positivo. Ma attenzione a non trascurare le nostre eccellenze». Il sindaco di Somma Lombardo Stefano Bellaria è ottimista sul futuro dell’ospedale Bellini, dopo il progetto presentato dall’Asst Valle Olona per ridisegnare l’assetto ospedaliero del basso Varesotto.

Oltre all’ospedale unico, un progetto per rilanciare il Bellini

I nuovi progetti per il Bellini rientrano nel quadro più ampio che prevede la realizzazione dell’ospedale unico Busto-Gallarate, su cui il Consiglio gallaratese, riunitosi lunedì 9, ha votato all’unanimità una mozione per chiedere più attenzione e trasparenza.

Il paper sull’ospedale di Somma, come spiega Bellaria, spiega come dovrà funzionare la sinergia tra i due ospedali (o tre, se si comprende quello di Saronno): «L’inserimento del reparto di ‘degenza della comunità’ è sicuramente positivo: come si legge, sono previsti 30 nuovi letti per cure ‘a bassa intensità’, per dare quindi sollievo a malati cronici, che richiedono cure non di emergenza ma lunghe e importanti».

«È importante – continua – anche l’implementazione di 15 nuovi posti letto per il reparto hospice, relativo alle cure palliative, che sul territorio mancano. E la conferma del ruolo del primo intervento, che in questi anni ha sgravato gli impegni del pronto soccorso: i codici, bianchi, verdi, che decongestionano gli ospedali vicini».

«Voglio porre anche l’attenzione sui reparti che, in questo documento, sembrano mancare», avverte il primo cittadino, con cautela. «Mancano i posti, pochi ma importanti, della riabilitazione cardiologica, fiore all’occhiello del Bellini. Si parla di rieducazione funzionale generale, ma non più specialistica. E non vedo nulla – aggiunge – sul reparto di oculistica, anche questo un reparto eccellente. I problemi alla vista inoltre si verificano spesso nei malati cronici, su cui l’ospedale di Somma si sta specializzando. Vanno entrambi confermati, magari con modalità differenti».

Ma conferma la collaborazione con l’Asst e il direttore generale Eugenio Porfido, che incontrerà la commissione per i servizi sociali e successivamente andrà a parlare in Consiglio nel mese di gennaio.

di caccianiga.marco@yahoo.it
Pubblicato il 12 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore