Quantcast

Javorcic: “Guardiamo al futuro con ottimismo”. Pagelle: Masetti, un gol che potrebbe cambiare la storia

Al termine della gara vinta dala Pro Patria 3-0 in casa della Giana Erminio, il tecnico croato mostra l'orgoglio: «Abbiamo fatto 24 punti nel girone di andata». Voti: la difesa torna a essere impermeabile

ivan javorcic pro patria

La Pro Patria vince 3-0 sul campo della Giana Erminio e ritrova una vittoria che mancava da due mesi. Al termine della gara, il mister biancoblu Ivan Javorcic parla con ottimismo: «Abbiamo fatto una partita equilibrata ma siamo stati bravi a portare gli episodi dalla nostra parte. Abbiamo fatto quel centimetro in più per portare la partita dove volevamo noi. Alla fine del girone di andata abbiamo 24 punti e questo è un grande risultato per una realtà che si deve salvare come noi.  Guardiamo al futuro con ottimismo perché questa squadra sta dimostrando di avere valori importanti».

«La partita ci ha detto che siamo un gruppo solido – prosegue mister Ivan Javorcic -, che ha dovuto supportare anche tante vicissitudini ma lavorando con grande equilibrio. Nel primo tempo ci siamo detti di mantenere l’equilibrio e così abbiamo fatto. E’ importante anche sottolineare che il gol che ha sbloccato la sfida è di Masetti, che si è adattato a destra da qualche partita e ci sta dando una grande mano. Un aneddoto: è stato Tornaghi dalla panchine a chiamare Lombardoni per battere la punizione del 2-0. I numeri rispetto all’anno scorso sono simili».

Alex Pedone ha chiuso la gara con la rete del 3-0: «Siamo contentissimi, vincere oggi era importantissimo. Ci siamo riusciti. Segnare è bello, quest’anno ho sbagliato qualche occasione, ma fa parte del calcio. Diciamo che ho sofferto l’aver lasciato qualche gol importante, oggi invece non ho fallito. Sapevamo che sarebbero calati e che i cambi avrebbero cambiato la faccia alla gara. Spero che questa prestazione mi sblocchi per il futuro. Non avevamo paura della classifica, abbiamo sempre tenuto la positività».

Cesare Albè, allenatore della Giana Erminio, prova ad analizzare la sconfitta: «Il loro gol ha buttato in aria la partita. La squadra poi è tesa e nervosa e ci siamo persi. Poi è arrivata la seconda espulsione e il raddoppio e ci ha tagliato le gambe. Ora posso solo dire che la Giana non mollerà nulla e faremo di tutto per fare sì che la squadra abbia la forza di risollevarsi e salvarsi. Al momento siamo a terra psicologicamente, per demerito mio in particolare ma un po’ di tutti».

PAGELLE

MANGANO 6,5: Una parata fondamentale non primo tempo su Pedrini vale da sola il voto

BATTISTINI 6,5: Prestazione attenta, la difesa torna a girare bene

LOMBARDONI 7: Una buona prestazione generale, condita dal bellissimo gol su punizione che sigla il 2-0

BOFFELLI 7: Non sbaglia un intervento. Di piede o di testa, lui ci arriva sempre

MASETTI 6,5: Una prestazione non esaltante, ma mette a segno la rete che cambia il volto alla gara e che potrebbe anche cambiare la stagione della Pro (Cottarelli s.v.)

PALESI 5,5: Bene in copertura, pasticcia invece davanti
Pedone 6,5: Con i suoi strappi mette alle corde la Giana, che poi cade

BERTONI 6: Giocare sul campo rovinato di Gorgonzola non era facile, ma la sua capacità è stata quella di tenere equilibrata la squadra
Colombo 6: Tante piccole cose che hanno aiutato i compagni

FIETTA 6: Gara non facile, a centrocampo si è giocato poco e lottato molto ma lui si è calato nella parte con esperienza

GALLI 6: Sulla sinistra non riesce a spingere come vorrebbe ma la prestazione rimane positiva

LE NOCI 6,5: Qualche guizzo per provare a svegliare i suoi, soprattutto nel primo tempo.
Kolaj 6,5: Prima palla toccata, tacco per smarcare Mastroianni ed espulsione per Pirola, poi si mette a disposizione del gruppo

PARKER 5,5: tanto fisico ma anche tantissimi falli fatti. sotto porta non si vede
Mastroianni 6,5: Entra e spacca la partita. Inizia con un paio di sponde e un fallo preso per far salire la squadra, poi taglia la difesa avversaria per l’occasione del secondo rosso

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 15 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore