Quantcast

La Pro Patria ritrova il sorriso: 3-0 alla Giana Erminio

A Gorgonzola i tigrotti vincono grazie alle reti di Masetti, Lombardoni e Pedone e tornano al successo dopo 9 gare. Padroni di casa che chiudono in nove

giana erminio pro patria

Finalmente la vittoria, finalmente i tre punti. Dopo nove gare di astinenza la Pro Patria si sblocca al “Città di Gorgonzola” grazie ad un secondo tempo di alto livello e batte la Giana Erminio 3-0. Masetti apre le danze al 20′ della ripresa, i padroni di casa rimangono in nove per le espulsioni di Remedi (proteste) e Pirola (fallo di gioco) e le reti di Lombardoni su punizione e Pedone nel recupero chiudono i conti. Una buona notizia, non solo per la classifica, ma anche per il morale, con i tigrotti che ora si prepareranno alla super sfida del “Brianteo” contro il Monza con ben altro umore.

La Pro Patria sembra partire meglio, andando al tiro con Le Noci dopo pochi secondi di gara. Il destro rasoterra del 10 tigrotto parato a terra da Leoni rimarrà però una delle poche emozioni di un primo tempo ricco di errori tecnici, anche a causa del terreno di gioco rovinato del “Città di Gorgonzola”. Al 16′ Le Noci ci prova da calcio di punizione, tiro ben indirizzato ma che passa a un metro dall’incrocio dei pali. Succede davvero poco ma nel finale la Giana crea qualche occasione davvero pericolosa. Al 39′ Mangano si distende sulla propria destra per bloccare un bel colpo di testa di Pedrini, poco dopo, al 43′ Mangano esce male – forse a causa di un fallo subito – la palla arriva a Solerio che di testa manda a lato a porta vuota. Brivido per i tigrotti, che stringono i denti e all’intervallo si portano lo 0-0.

Parte bene la Pro Patria che al 3′ con Le Noci impegna Leoni a una parata in angolo. I tigrotti sembrano scesi in campo con altro spirito e Fietta al 10′ su azione d’angolo spreca una buona occasione calciando alto. Mister Ivan Javorcic cambia: dentro Pedone e Mastroianni per Palesi e Parker e la gara si sblocca. E’ il 20′ quando Masetti rientra da destra e con un sinistro insidioso porta avanti i biancoblu. Una rete fondamentale, che sblocca mentalmente i tigrotti e che affossa la Giana, che sbanda. Remedi al 36′ si rivolge con male parole al guardalinee e si becca l’espulsione lasciando i suoi in 10. Pochi secondi e la Giana rimane addirittura in 9: lancio dalle retrovie, tocco del neo entrato Kolaj per Mastroianni che brucia Pirola sullo scatto e lo obbliga al fallo. Chiara occasione da gol e cartellino rosso anche per il difensore. Lombardoni trasforma la punizione nel 2-0 con una traiettoria che bacia il palo e si insacca. La Giana non ci sta, Mangano risponde presente sulla punizione bomba di Madonna, ma la Pro chiude i conti nel recupero con Pedone, che buca Leoni con un rasoterra dal cuore dell’area. Tre gol e tre punti per i tigrotti, che finalmente tornano a esultare.

A.S. GIANA ERMINIO – AURORA PRO PATRIA 1919      0 – 3    (0 – 0)

Marcatori: 20′ s.t. Masetti, 39′ s.t. Lombardoni, 48 s.t. Pedone (PP).

A.S. GIANA ERMINIO (4–3-1-2): 1 Leoni; 29 Madonna, 25 Pirola, 24 Montesano, 3 Solerio; 15 Remedi, 6 Piccoli, 8 Pedrini; 20 Capano (13′ s.t. 19 Fumagalli); 10 Perna, 26 Cortesi. A disposizione: 22 Marenco, 2 Perico, 4 Gambaretti, 5 M’Zoughi, 11 Duguet, 17 Serafini, 21 Zulli, 23 Sosio, 27 Cazzago, 28 Mutton, 31 Greselin. All. Albè.

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 12 Mangano; 4 Battistini, 19 Lombardoni, 3 Boffelli; 26 Masetti (43′ s.t. 20 Cottarelli), 16 Fietta, 14 Bertoni (35′ s.t. 21 Colombo), 6 Palesi (13′ s.t. 7 Pedone), 15 Galli; 10 Le Noci (35′ s.t. 27 Kolaj), 11 Parker (13′ s.t. 9 Mastroianni). A disposizione: 1 Tornaghi, 18 Defendi, 23 Ghioldi, 24 Molinari, 25 Ferri. All. Javorcic.

ARBITRO: Alberto Ruben Arena di Torre del Greco (Emiliano Micalizzi della Sezione di Palermo e Giuseppe Licari della Sezione di Marsala).

Angoli: 5 – 2. Recupero: 0′ p.t. – 4′ s.t. Ammoniti: Fietta, Pedone (PP); Perna (GIA). Espulsi: Al 36′ s.t. Remedi (GIA) per proteste e al 37′ s.t. Pirola (GIA) per fallo da chiara occasione da gol. Note: Giornata fredda e nuvolosa. Terreno di gioco in discrete condizioni. 

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 15 Dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore